Green Pass rafforzato: le regole per la zona gialla, arancione, rosse e bianche

Il Certificato Verde verrà utilizzato da coloro che saranno vaccinati oppure guariti dal Coronavirus.

pubblicato il 02/12/2021 in Politica da Riccardo Camplone
Condividi su:
Riccardo Camplone

Da lunedì 6 dicembre scatterà il Super Grenn Pass, emanato dal Governo Draghi lo scorso 24 novembre. Il Certificato Verde, che attesta l'avvenuta somminsitrazione del vaccino anti-Covid, avrà una validità ridotta dai 12 ai 9 mesi. L'obbligo verrà esteso ai seguenti settori: alberghi; spogliatoi per l’attività sportiva; servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale; servizi di trasporto pubblico locale. 

Il Green Pass rafforzato si potrà ottenere solo in due modi: guarigione dal virus oppure ai vaccinati. Il nuovo certificato servirà per accedere agli spettacoli, stadi, ristoranti al chiuso, feste e discoteche e cerimonie pubbliche. Il Certificato Verde rafforzato sarà valido sino al 15 gennaio 2022.

GREEN PASS NELLE ZONA GIALLA, ARANCIONI, ROSSE E BIANCHE

Attualmente solo il Friuli Venezia Giulia è passata dalla zona bianca a quella gialla. Per questa Regione rimane l'obbligo della mascherina all'aperto e nei ristoranti al chiuso si potrà avere un massimo di quattro persone a tavola. Solo chi avrà il Super Green Pass potrà evitare queste norme sul numero delle persone sedute ad un tavolo nei ristoranti al chiuso. Con il Certificato Verde rafforzato si potrà accedere alle discoteche.

 In zona bianca le attività sono tutte aperte e non ci sono limitazioni agli spostamenti. Resta l’obbligo di indossare la mascherina negli ambienti al chiuso

Per la zona arancione tutte le attività resteranno aperte. In questa fascia di colore sarà vietato uscire dal proprio comune di residenza, salvo per comprovate motivazioni per lavoro, salute  e necessità ma questa regola varrà solo per chi non ha il Grenn Pass rafforzato. 

In zona rossa tutte le restrizioni valgono per tutti, a prescindere dal tipo di Green Pass. Chiusi bar e ristoranti (dove sarà consentito l'asporto e consegna a domicilio), negozi chiusi tranne quelli essenziali e sarà vietato uscire dal prorpio Comune di residenza salvo per comprovate motivazioni lavorative, salute ed urgenza.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password