Re Mohammed VI. La nuova fase del Marocco richiede sforzi comuni intorno alle priorità strategiche

Previsioni promettenti dell’economia per 2021 con un tasso di crescita 5,5% sono tra le più elevate a livello regionale e continentale. Il settore primario, che dovrebbe registrare oltre 17%. Aumento delle esportazioni..

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 08/10/2021 in Politica da Belkassem Yassine
Condividi su:
Belkassem Yassine
Il Re Mohammed VI del Marocco

Nel discorso dell'8 ottobre, in occasione dell'apertura della prima sessione legislativa, il Re Mohammed VI ha sottolineato che l'attuale legislatura inizia in un momento in cui il Marocco entra in una nuova fase che richiede sforzi comuni intorno alle priorità strategiche.
Il Marocco è richiamato a proseguire il suo processo di sviluppo e ad affrontare le sfide esterne, sottolineando il necessario consolidamento della posizione occupata dal Marocco e la difesa imperiosa dei suoi interessi superiori, in particolare nella congiuntura attuale che trascina sfide, rischi e minacce.
Nel contesto della crisi pandemica: Di fatto, la crisi pandemica ha rivelato il ritorno del tema della sovranità, che sia sanitaria, energetica, industriale, alimentare o altro, la sua conservazione è diventata la posta in gioco di una vera e propria competizione che suscita reazioni febbrili in alcuni, ha detto il Re, osservando che, mentre molti paesi hanno conosciuto gravi disfunzioni nella fornitura e nella distribuzione dei prodotti di prima necessità, il Marocco è riuscito, da parte sua, a gestire il suo fabbisogno in materia e a garantire un approvvigionamento normale e sufficiente dei suoi mercati. 
Le promettenti previsioni dell’economia nazionale per il 2021, con un tasso di crescita economica superiore al 5,5%, rappresentano una performance senza precedenti e sono tra le più elevate a livello regionale e continentale. Le prestazioni del settore primario, che dovrebbe registrare un tasso notevole di oltre il 17 per cento, e il notevole aumento delle esportazioni di alcuni settori come l’industria automobilistica, tessile, elettronica ed elettrica.
"Nonostante la crisi e le sue ripercussioni, la fiducia nel nostro Paese e nel dinamismo della sua economia si conferma e si consolida, come dimostra l’aumento, fino al mese d’agosto scorso, degli investimenti diretti esteri stimato al 16 per cento. 
È nell'intento di consolidare la sicurezza strategica del Marocco, è chiamata la creazione di un dispositivo nazionale integrato avente per oggetto la riserva strategica di prodotti di prima necessità, in particolare alimentari, sanitari ed energetici, e l'aggiornamento continuo delle esigenze nazionali in materia.
Il Sovrano ha, inoltre, salutato la buona organizzazione delle ultime elezioni che si sono svolte in un clima positivo e sono state segnate da un'ampia partecipazione, in particolare nelle Province meridionali. 
Il Sovrano ha infine indicato che la presente legislatura interviene in una congiuntura che si preannuncia promettente per lo sviluppo del Marocco, invitando il governo e il parlamento, in quanto maggioranza e opposizione, a collaborare con tutte le istituzioni e le forze vive della Nazione per il successo di questa tappa. "A tal fine, dovete dimostrare spirito d’iniziativa e impegno responsabile", ha detto il Sovrano. 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password