Il Pd vince con Bianco all'ombra dell'Etna. A Treviso addio alla Lega Nord

Gentilini commenta: «finita un'era»

pubblicato il 11/06/2013 in Politica da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

Anche Catania passa al centrosinistra. Il sindaco uscente Raffaele Stancanelli si è fermato al 36,3% dei voti. Enzo Bianco, ex senatore del Partito Democratico, è diventato sindaco con il 50,64%. 
Dopo il successo nella capitale e nella stragrande maggioranza dei capoluoghi, quindi, il Partito Democratico conquista anche una delel città più importanti della Sicilia dove, alle ultime regionali, il Movimento 5 Stelle aveva ottenuto un ottimo risultato.

LE REAZIONI - Enzo Bianco ha ricevuto la telefonata di auguri per il nuovo incarico dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Il suo comitato elettorale fa sapere inoltre che il neo primo cittadino ha già chiesto un incontro al Capo dello stato per parlare del rilancio della città etnea.
Grande soddisfazione da parte della concittadina, e senatrice del Pd, Anna Finocchiaro: «Faccio molti complimenti e auguri ad Enzo Bianco che torna a fare il sindaco di Catania, evitando addirittura il ballottaggio. Si tratta di uno strepitoso risultato, che parla della riscossa siciliana e che per Catania deve segnare una rinascita».
«Dopo tanti anni - continua Anna Finocchiaro - Enzo Bianco torna ad essere il primo cittadino di Catania, con tutta la sua storia e la sua esperienza maturata alla guida della città, al governo e in Parlamento. È la notizia che ci voleva, per il Pd e per il centrosinistra. La nostra cittè è finalmente tornata in buone mani e potrà puntare al risanamento e al rilancio che merita».

SFRATTATA LA LEGA A TREVISO - Nella serie di successi del centrosinistra, pur considerando la bassa affluenza, fa scalpore la vittoria netta di Treviso, fortino della Lega Nord. L'ex sindaco Gentilini, leader politico del Trevigiano dal 1994, ha ceduto il passo a Manildo (55,50%). Lo stesso ex primo cittadino ha nostalgicamente commentato evocando la fine dell'era Pdl-Lega.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password