Pompeo Sarcuto candidato al consiglio comunale di Agrigento, ecco perchè votare i giovani della politica

Sarcuto classico esempio per i giovani della buona e sana politica

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 23/09/2020 in Politica da Domenico Ferlita
Condividi su:
Domenico Ferlita

Continua la campagna elettorale che nei giorni 4 e 5 ottobre porterà al rinnovo del consiglio comunale di Agrigento. Nella città de tempi sono sei i candidati sindaco in corsa per Palazzo dei Giganti. Si tratta di Daniela Catalano sostenuta da una lista civica, Fratelli d'Italia e Lega, Angela Galvano in corsa con due liste civiche, Francesco Micciché sostenuto da quattro liste civiche, Marcella Carlisi appoggiata dal Movimento 5 Stelle, Marco Zambuto sostenuto da Udc, Forza Italia e Diventerà Bellissima e il sindaco uscente Calogero Firetto che, invece, viene appoggiato da ben sette liste civiche.

Tra i candidati al consiglio comunale di Agrigento anche molti giovani vicini alla politica, che mirano al rinnovamento della città e al cambiamento. L'esempio viene dato da Pompeo Sarcuto, giovane militante del movimento Gioventù Nazionale che quest'anno ha deciso di scendere in campo e candidarsi al consiglio comunale con la lista Fratelli d'Italia sostostenitrice del candidato sindaco Daniela Catalano. Lo stesso Sarcuto rappresenta un classico esempio per molti giovani che decidono di avvicinarsi alla buona politica e, votare un giovane candidato significherebbe per la cittadinanza optare per una nuova idea di rinnovamento con sani principi e soprattutto con onestà. Ancora oggi, c'è chi investe sulle giovani generazioni dando loro la possibilità di mostrare le loro capacità, assumendosi le loro responsabilità e mostrando attaccamento alla loro città.

A margine della sua presentazione in qualità di candidato al consiglio comunale della città dei templi, infatti, lo stesso Sarcuto ha evidenziato la necessità di cambiamento di una città che da molto tempo viene governata da una politica lobbista. "Nonostante ho avuto la possibilità di studiare all'estero ho deciso di rimanere nel mio Paese", ha detto.

Giovani che dimostrano ancora l'attaccamento alle proprie radici e di certo faranno tutto il possibile per cercare di cambiare una città come Agrigento. Ecco perchè giorno 4 e 5 ottobre, dentro le cabine elettorali i cittadini dovrebbero dare maggior spazio alle giovani generazioni che cercheranno con il loro impegno e la loro determinazione a garantire un cambiamento alla loro città.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password