Il disegno di legge per tagliarsi gli stipendi torna in commissione

Come previsto il ddl taglia stipendi non è andato avanti

pubblicato il 25/10/2016 in Politica
Condividi su:

Torna in commissione alla Camera il ddl sul trattamento economico e previdenziale dei membri del Parlamento presentata dal Movimento 5 stelle. 

A favore del rinvio ha votato la maggioranza, contrarie tutte le altre forze politche, astenuti conservatori e riformisti . L'aula della Camera ha approvato, con 109 voti di differenza, la proposta di rinvio in commissione. 

Dopo la decisione dell'aula di rinvio diversi deputati del M5S sono scesi in piazza Montecitorio  per un sit-in di protesta gridando Vergogna" e "Buffoni" .

Anche Beppe Grillo era a Montecitorio per assistere ai lavori parlamentari sul provvedimento. "Questa non è una legge per tagliare, che è una brutta parola, una parola violenta, un atto di buona volontà di cui anche la Chiesa è contenta... Pensate il Papa come ne sarebbe contento", ha commentato.  -

In piazza Alessandro Di Battista che ha commentato "Quella di oggi è la dimostrazione plastica di quello che sono questi politici: sono indignato! Spero che a dicembre metteremo fine a questo disgusto": 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password