Legittima difesa, IdV: Sardella travisa la nostra iniziativa

Caprino: "La nostra una proposta equilibrata"

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 08/04/2016 in Politica da Italia dei Valori
Condividi su:
Italia dei Valori

“Il consigliere comunale del Pd Simeone Sardella, forse indispettito perché la proposta non é sua, si é schierato contro la raccolta di firme promossa da Italia dei Valori per una legge di iniziativa popolare sulla legittima difesa nel domicilio privato ma ha usato argomenti che non hanno niente a che vedere con quanto proponiamo asserendo: "abbiamo visto cosa succede negli Stati Uniti"; ed ha concluso dicendo: "dovremmo pensare ai problemi dei carcerati e come risolverli, non creare più carcerati".”

E’ quanto dichiara Daniela Caprino, portavoce nazionale dell’IdV.  “Il riferimento a quanto succede in America è terrorismo psicologico del tutto estraneo alle circostante previste nella nostra proposta – continua l’esponente Idv -  perché negli States le armi sono usate per aggredire persone inermi e bambini proprio introducendosi in edifici altrui, e non per difendersi dagli assalitori. Inoltre, pensiamo pure ai problemi dei carcerati; ma se qualcuno commette gravi reati é lecito difendersi ("vim vi repellere licet", diceva la saggezza romana); e se i giudici decidono che merita la prigione ci vada: penseremo anche ai suoi problemi come detenuto”.


“Non usano i falsi argomenti del consigliere Simeone – conclude l’esponente IdV - le migliaia di persone che stanno firmando la proposta di Italia dei Valori, equilibrata e volta proprio a prevenire il far west metropolitano come in America. Detto cio’, il segretario nazionale Ignazio Messina, è disponibile in prima persona ad un confronto per esporre a chi travisa, che l’itaia, non è più disposta a subire violenza in casa, senza che venga alcunché travisato che  vogliamo un aumento di pene per i ladri e, al contempo, che i derubati non subiscano, oltre al danno, la beffa di ingiusti risarcimenti ai ladri per essersi legittimamente difesi all’interno del proprio domicilio”

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password