Marche, il Teatro della Comunità: "In scena la gente comune", l'altro modo di comunicare

Laboratori sulle forme della diversità: arte, cultura e scienza sociale

pubblicato il 24/08/2015 in Musica e spettacolo da Concita Occhipinti
Condividi su:
Concita Occhipinti

È la forma teatrale creata da Marco Di Stefano e Brigitte Christensen all’inizio degli anni Ottanta, e che subito si è identificata nel teatro di ricerca di quegli anni, arricchita dall’esperienza di nuove e antiche forme di comunicazione. Il primo esperimento di Teatro della Comunità è stato anche il pretesto per la nascita del “Festival Internazionale del Teatro” di Amandola, divenuto anno dopo anno un punto di riferimento per artisti e pubblico, un’occasione per sperimentare nuovi modi di comunicazione. La conclusione “naturale” del festival di Amandola, dopo sedici indimenticabili edizioni, spinge Di Stefano, insieme alla danzatrice e coreografa Tanya Khabarova, a divulgare questa forma teatrale in numerosi Paesi europei e non solo... continua a leggere...

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password