Academy Museum of Motion Pictures

Inaugurazione a Los Angeles il 30 settembre 2021

pubblicato il 22/09/2021 in Musica e spettacolo da Giorgio Nadali
Condividi su:
Giorgio Nadali

Di Giorgio Nadali

Invitando il mondo a un'esperienza senza precedenti delle arti, delle scienze, degli artisti e dell'impatto sociale del cinema, l'Academy Museum of Motion Pictures aprirà le sue porte al pubblico giovedì 30 settembre 2021, a seguito di una cerimonia di inaugurazione alla quale parteciperanno cittadini, leader e funzionari culturali e di intrattenimento del museo e dell'Accademia delle arti e delle scienze cinematografiche. Situato a Los Angeles, la capitale mondiale del cinema, il nuovo museo è il più grande del Nord America dedicato all'esplorazione di film e cultura cinematografica ed è l'unico museo di questo tipo a Los Angeles. Bill Kramer, direttore e presidente del Museo dell'Accademia, ha dichiarato: "Viviamo in tempi mutevoli e in continua evoluzione, e ora più che mai abbiamo bisogno di unirci per condividere le nostre storie, imparare gli uni dagli altri e legare per essere intrattenuti e felice. Questo è ciò che fanno i film e siamo entusiasti di aprire un'istituzione così dinamica, diversificata e accogliente dedicata a questa amata forma d'arte.

Sono profondamente grato all'intero team del Museo dell'Accademia e a tutti i nostri partner che hanno lavorato con tanta dedizione e integrità nella costruzione di questa nuova istituzione, per Los Angeles e per il mondo". Jacqueline Stewart, Chief Artistic and Programming Officer dell'Academy Museum, ha dichiarato: “Attendiamo con impazienza di coinvolgere i visitatori in conversazioni accessibili e sfaccettate sulla storia del cinema e sull'impatto che il cinema ha sulle nostre vite. Non vediamo l'ora di accogliere le persone nel museo, nelle nostre gallerie, nei teatri e negli spazi educativi. Speriamo che i visitatori imparino di più sui film che conoscono e amano, facciano nuove scoperte cinematografiche e si sentano ispirati a condividere le proprie storie". Ted Sarandos, presidente del consiglio di amministrazione dell'Academy Museum e co-CEO di Netflix, ha dichiarato: "L'Academy Museum riflette l'ampia comunità che crea l'arte collaborativa dei film e il museo è stato costruito da quella comunità. A nome del consiglio, ringrazio il consiglio dei governatori dell'Accademia, il presidente della campagna elettorale Bob Iger e i copresidenti Annette Bening e Tom Hanks, e gli individui, le società, le fondazioni e gli enti governativi generosi, più di 13.000 in tutto, i cui doni sono stati reso possibile il Museo dell'Accademia. I miei ringraziamenti speciali vanno alla direzione e allo staff del Museo dell'Accademia, Renzo Piano Building Workshop in collaborazione con Gensler e all'exhibition designer WHY architecture, il cui brillante lavoro ci ha regalato il museo del cinema che abbiamo sognato per così tanto tempo”. Dawn Hudson, CEO dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, ha dichiarato: “Il sogno di costruire un museo dedicato ai film è stato realizzato da 90 anni per l'Academy.

Non importa cosa sta succedendo nel mondo da allora, non importa quali siano le sfide, quel sogno è sopravvissuto. Ora le persone di tutta la galassia potranno godere degli incredibili talenti dei nostri membri e di tutti gli artisti che fanno film. Questa è ora una realtà che non sarebbe stata possibile senza la dedizione e l'attenzione di centinaia di persone incredibilmente talentuose e la loro volontà di vederlo prendere vita. È con immenso orgoglio che celebriamo l'apertura dell'Academy Museum of Motion Pictures”. David Rubin, presidente dell'Accademia, ha dichiarato: “Dal 1929, quando il primo consiglio dell'Accademia e il suo presidente Douglas Fairbanks sognavano un museo dedicato al cinema, i nostri governatori nel corso dei decenni hanno cercato di realizzare quel sogno. Le filiali e i governatori dell'Accademia sono grati a Bill Kramer e allo staff del museo per la loro creatività e spirito collaborativo, e salutiamo il nostro CEO dell'Accademia Dawn Hudson per la sua perseveranza nel raggiungere questo evento fondamentale".

Il museo di sette piani di 300.000 piedi quadrati, che attinge alle risorse uniche dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences e si trova nel cuore del Miracle Mile di Los Angeles, aprirà con: la mostra principale di 30.000 piedi quadrati Stories of Cinema, che offre prospettive celebrative, critiche e personali sulle discipline e sull'impatto del cinema, passato e presente la mostra temporanea Hayao Miyazaki, la prima retrospettiva museale in Nord America del lavoro dell'acclamato regista e Studio Ghibli The Path to Cinema: Highlights dalla Richard Balzer Collection, con selezioni dalle più importanti aziende al mondo di giocattoli e dispositivi ottici pre-cinematografici Backdrop: An Invisible Art, installazione a doppia altezza che presenta il dipinto del Monte Rushmore utilizzato a North by Northwest (USA, 1959) e The Oscars® Experience, una simulazione immersiva che consente ai visitatori di salire con fantasia sul palco del Dolby Theatre per accettare un Academy Award®. L'elenco delle proiezioni del museo, tra cui Oscar® Sundays e Family Matinees, sarà presentato nel suo nuovo David Geffen Theatre da 1.000 posti e nel Ted Mann Theatre da 288 posti a partire dal 30 settembre con una presentazione speciale de Il mago di Oz (USA, 1939) con l'accompagnamento musicale dal vivo dell'American Youth Symphony diretta dal candidato all'Oscar David Newman nel teatro più grande.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password