Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

PARTITA LA PRIMA EDIZIONE DEL BELLUNO FILM FESTIVAL

sotto la magistrale direzione della regista Annarita Campo

Condividi su:

La prima edizione del Belluno Film Festival è iniziata ieri alle ore 17:00 o poco più.
Il direttore di produzione del BFF Antonino Calvo, si è prestato alla conduzione della prima serata del festival del cinema
Il saluto iniziale seppur emozionato del presentatore ha aperto la prima edizione del festival. Pochi minuti dopo è stato chiesto un intervento alla regista Annarita Campo che ha ringraziato i presenti e risposto ad alcune domande del presentatore.
La Campo ha spiegato i motivi che l’hanno spinta ad ideare e dirigere questo festival in una città come Belluno molto restia agli eventi.
A seguito la presentazione del libro “Baci nell’ombra” della scrittrice Sara Dardikh, presente in sala. Un romanzo che racconta una storia d’amore tra due adolescenti segnata da colpi di scena e da tragici eventi. Il libro al quale è stato conferito il “Premio Tina Merlin”, ha raggiunto i 5milioni e 400mila letture e vinto il Bookoria Festival. Una scrittrice molto bella, giovanissima, e con una simpatia e un carisma che affascinano.
La programmazione ha proseguito con il film “Chiara” di Gianni Reveane vincitore della sezione lungometraggi. Interessante l’intervento iniziale, ma penoso il comportamento di alcuni attori del film che disturbavano il pubblico presente in sala.
Alle 21.00 è poi iniziata la seconda parte del festival con la presentazione del romanzo di Gabriele Poli, “Il tesoro di Tupac Amaru”. Un avvincente libro avventuroso e storico che ripercorre le origini del popolo Inca sino al ritrovamento di una strumento che fa parte del grande tesoro dei Tupac Amaru. Interessantissimo l’incontro ed avvincente il racconto dello stesso autore.
A seguito la serata si è conclusa con l’intervento dell’attore Paolo Garbini che assieme ad Annarita Campo hanno parlato di cinema e della sua partecipazione al film “La Madre Distratta”-Premio della Giuria-sezione Lungometraggi.
L’appuntamento è oggi con la presentazione di “Vita e Morte della Montagna” di Antonio G. Bortoluzzi, la presentazione di “Riaccendi il Cuore” di Giuseppe Sammarco, l’esibizione di Chiara Raddavero e la presentazione di “Volontario con le stellette” di Francesco Saverio Colecchia che chiude la prima parte di questa giornata.
La programmazione prosegue poi alle ore 20:00 con la proiezione di “Annarita, una cineasta a tutto Campo” realizzato sulla omonima biografia delle regista Campo, firmata dal critico Gregorio Napoli. Alle 20.20 ci sarà una Masterclass tenuta dalla stessa regista mentre alle ore 21.20 chiuderà la programmazione giornaliera il film “Io,Alpino” di Annarita Campo, in concorso ai “David di Donatello” del 2016 realizzato tra Belluno, Longarone e l’Afghanistan.

Condividi su:

Seguici su Facebook