Sanremo 2017: da Adriano Celentano a Luigi Tenco, il festival dà spazio alla storia

Dopo 50 anni dalla morte dell'artista, Tiziano Ferro rende omaggio all'artista con l'interpretazione di "Mi sono innamorato di te"

pubblicato il 08/02/2017 in Musica e spettacolo da Costanza Tosi
Condividi su:
Costanza Tosi

Clementino, Ron, Giusy Ferreri: sono i tre Campioni a rischio eliminazione dal festival di Sanremo. La graduatoria è stata creata in base al televoto del pubblico (50%) e alle preferenze della sala stampa (50%). A passare il turno Elodie, Alessio Bernabei, Samuel, Ermal Meta, Lodovica Comello, Al Bano, Fabrizio Moro, Fiorella Mannoia.

Un inizio dai grandi successi quello di Sanremo 2017: Dall'Edera di Nilla Pizzi a Nessun grado di separazione di Francesca Michelin, con un omaggio finale a Luigi Tenco, con Ciao amore ciao 'non classificato' nel 1967.

A dare spazio alla storia: Adriano Celentano con "24 mila Baci" e di Mina con "Le Mille Bolle Blu". Ma anche Tony Renis con "Quando quando quando", Bobby Solo con "Una lacrima sul viso", Pino Donaggio con "Io che non vivo". Caterina Caselli presente con "Nessuno mi può giudicare" e Little Tony con "Cuore matto". Ed ecco che poi è il turno di Nada con "Ma che freddo fa", e di Lucio Battisti con "Non sarà un'avventura", "La prima cosa bella" di Nicola di Bari. Ma come dimenticare "Che sarà che sarà" dei Ricchi e Poveri e Lucio Dalla prima con "4/3/1943" che si merita il primo applauso da parte della sala stampa. E piano piano si scala ai più recenti, il primo ricordo a colori è di "Tu mi rubi l'anima" dei Collage. IMa non ci siamo lasciati sfuggire l'indimenticabile Rino Gaetano con "Gianna". E ancora Loretta Goggi con "Maledetta primavera", I Ricchi e Poveri, Edoardo De Crescenzo e Al Bano e Romina Power con "Felicità" e "Nostalgia Canaglia".

Sono applausi per Vasco Rossi, e lacrime di commozione per Mia Martini. Sessantasei anni si ripercorrono, tra Matia Bazar, Toto Cutugno, Fiordaliso, Eros Ramazzotti, Zucchero e Giorgia che saranno super ospiti. Anche alcuni dei Big in gara quest'anno hanno lasciato il segno: Fiorella Mannoia, Marco Masini, Gigi D'Alessio. Tra i più recenti: Renato Zero, Raf, Amedeo Minghi e Mietta, Laura Pausini, Andrea Bocelli, Nek, Patty Pravo, Daniele Silvestri.

Ma è l'emozione ad avolgere il teatro Ariston quando, al centro del palco, l'occhio di bue illumina Tiziano Ferro. Il cantante rende omaggio a Luigi Tenco dopo 50 anni dalla morte con  l'interpretazione di "Mi sono innamorato di te". Visibile la commozione, Ferro scende dalle scale e attraversa la platea, accolto dagli applausi. Dopo l'interpretazione di Tiziano Ferro, il festival di Sanremo rende omaggio a Luigi Tenco anche con una versione solo strumentale di "Vedrai, Vedrai".

 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password