George Michael tormentato artista di fama mondiale

Uno degli artisti britannici di maggior successo con 100 milioni di dischi venduti in tutto il mondo

pubblicato il 26/12/2016 in Musica e spettacolo
Condividi su:

Georgios Kyriacos Panayiotou, in arte George Michael è nato e morto lo stesso giorno di mesi ed anni diversi: Londra, 25 giugno1963 – Goring-on-Thames, 25 dicembre 2016. 

Nato da padre greco-cipriota e madre inglese, George inizia la sua carriera formando la band «The Executive», assieme al suo amico del cuore Andrew Ridgeley, un suo compagno di scuola e il chitarrista David Austin . Il gruppo non sopravvive però molto a lungo. George e Andy decidono di continuare da soli, e for mano così il duo degli Wham!.
Con circa 100 milioni di dischi venduti, è uno degli artisti musicali britannici di maggior successo, , ha cantato musica pop, soul e rhythm and blues nella madrepatria e all'estero, molto famoso anche negli Stati Uniti d'America dove era  seguito da oltre un milione di fans.

Dopo l’esperienza degli Wham   si lanciò in una fortunata carriera da solista iniziata nel 1987 con l'album Faith (vincendo 2 Grammy Award negli Stati Uniti, come artista Rhythm and blues, pur non essendo afroamericano) e la relativa tournée mondiale. Dopo Listen Without Prejudice Vol. 1 e Older, seguirono lunghi periodi dedicati soltanto all'esecuzione, dal vivo e in studio Songs from the Last Century, di cover di brani di altri artisti (a causa di problemi legali con la propria etichetta) e una breve crisi personale dovuta, in parte, a scandali legati alla sua omosessualità.

Michael tornò alla ribalta nel 2004 con un nuovo album, Patience, e un altro tour mondiale. Nel 2014 su di nuovo  sulla scena musicale con un nuovo album, Symphonica, registrato durante il Symphonica Tour.

L'ambiguo e tormentato rapporto di Michael con la sua omosessualità ebbe un ulteriore strascico di polemiche quando, nel dicembre del 2004, Elton John dichiarò in un'intervista che George Michael avrebbe dovuto "essere più esplicito" riguardo alla propria condizione. Invito che gli fu rivolto anche da altri artisti gay.

Il suo coming out riguardo la sua omosessualità avvenne  nel 1998  dopo che Il 7 aprile  fu arrestato  per condotta immorale in un bagno pubblico nel parco cittadino di Beverly Hills. Il cantante fu arrestato da un poliziotto in borghese della buoncostume, Marcelo Rodriguez, con l'accusa di avergli fatto esplicite proposte sessuali. 
Dopo aver ottenuto il patteggiamento, Michael venne multato per 810 dollari e condannato a 80 ore di lavoro socialmente utile. 

Il suo secondo  arresto risale  al 2006 per possesso di cannabis e guida in stato di ebbrezza. Fu nuovamente arrestato nel luglio 2010, quando rifiutò di sottoporsi al test alcolemico dopo essersi schiantato con l'automobile contro la vetrina di un negozio. Il cantante in seguito ammise di aver guidato in quell'occasione sotto l'effetto della cannabis. La vicenda si conclude con la condanna, da parte del tribunale londinese, a 4 settimane di carcere ed altre 4 settimane di libertà vigilata, oltre alla sospensione della patente per i seguenti 5 anni.

Una vita tormentata all'insegna del talento e della sregolatezza che lo hanno portato a non smettere mai  l'uso di droga . Nel 2015  si era recato in una famosa clinica svizzera per  curarsi dalle sue dipendenze una delle più esclusiva : la Kusnacht Practice e chi lo ha visto lo definì “molto provato”.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password