Tornabene, esce il 28 dicembre l'album d’esordio “#28”

Il disco del cantautore e paroliere siciliano è stato anticipato dal singolo "Vieni qui"

pubblicato il 27/12/2015 in Musica e spettacolo da Redazione
Condividi su:
Redazione

Anticipato dal singolo “Vieni quì”, esce domani (28 dicembre) il disco d’esordio di Tornabene, intitolato “#28”. L’album è un piccolo gioiello in cui l’artista racconta le sue origini musicali. I brani contenuti nell’album sono uno spaccato dell’esperienza e crescita dell’artista, dove le sonorità volute dal produttore artistico spaziano tra chitarre acustiche ed elettroniche, pianoforte tastiere e suoni elettronici; così come l’utilizzo dell’organo Hammond che ricrea le atmosfere degli anni d’oro della musica pop-rock del ’70 e strumenti classici utilizzati in alcuni brani con una leggera vena progressive e un playing della sezione ritmica (basso e batteria) che caratterizzano ancora di più la sonorità di una band di pop-rock con il suo front leader Tornabene.

Dal 18 dicembre è disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming il primo singolo, “Vieni qui”, distribuito da Believe Digital. Dalla stessa data, il brano è anche in rotazione radiofonica.

“Le chitarre esercitano un gioco ipnotico descrivendo ambienti, sensazioni e sguardi tra due persone che si lasciano trasportare dal loro sentimento, rendendo loro complici il buio della notte ed il silenzio di una città che dorme già - racconta l’artista a proposito di questa canzone - Forse non è mai troppo tardi o troppo presto per concedersi al desiderio di fare qualcosa che si vuole o per far diventare reale una promessa fatta”.

Tornabene (Michele Tornabene all’anagrafe), cantautore e paroliere siciliano, comincia all'età di 8 anni a suonare la chitarra, a 12 anni è già affascinato da quanto la musica esprime in suoni e parole, e proprio grazie ad una insaziabile necessità di dire la sua, comincia a comporre testo e musica dei suoi brani. Nel 2000 scrive una prima ballad intitolata “Pensa a Lei”.Nel 2003 dopo l'esperienza di leader assieme alla band denominata “Acoustica” inizia la collaborazione con il bassista e produttore Filippo Rizzo, grazie anche alla sua vocal coach Rosanna Cipolla che lo guida e introduce nell'ambiente lavorativo e professionale.

Registra una EP Version “Tornabene” (demo) di alcuni brani composti all'inizio del suo viaggio musicale, tra i quali vi era anche “Sia nel Bene, Sia Nel Male” ri-arrangiato e registrato nuovamente nel 2014 per inserirlo in questo suo album di esordio.

Alla fine del 2013, infatti, dopo una crescita personale e molti brani, da lui composti (testo e musica) il cantautore insieme al suo fraterno amico e personal manager Giovanni Bentivegna chiedono a Filippo Rizzo di arrangiare e produrre artisticamente quello che sarà il primo vero esordio discografico con l'album '#28',  per cui decidono di rendere concreto un progetto sognato da tempo.

L'album viene registrato nel corso del 2014 e il produttore artistico chiamerà a collaborare per le session dei dieci brani, diversi musicisti di chiara fama, sia di estrazione moderna che classica: ritroviamo, infatti, il batterista Mylious Johnson (che ha suonato con artisti come Pink, Madonna, Gianna Nannini, Jovanotti, Giorgia e Tiziano Ferro), il batterista Leif Searcy (Carmen Consoli, Malika Ayane, Gemelli Diversi, Luca Di Risio e Francesco Renga), il pianista e organista Claudio Storniolo (collaborazioni tra cui Giorgia, Luca Barbarossa), Vincenzo Mancuso (chitarrista e produttore nei dischi di Luca Barbarossa e Francesco De Gregori), Filippo Rizzo, bassista e produttore artistico dell'album.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password