Ascolti Tv, la Felicità di Vicedomini seduce e convince su Rai2. Dati sorprendenti sul target più ambito

Contatti in crescita e incisività sul target più redditizio per i canali televisivi. I numeri dello Studio Barometro

pubblicato il 17/09/2020 in Mediatech
Condividi su:
Al Bano con Pascal Vicedomini in Felicità- La stagione delle buone notizie

Gli ascolti Tv e i dati Auditel di Felicità - La stagione delle buone notizie, programma dell'estate ideato e condotto da Pascal Vicedomini, sono stati estremamente gratificanti per Rai2. Secondo un report dello Studio Barometro, nelle dieci puntate first-run in onda nella fascia del mattino, la trasmissione ha raggiunto un ascolto medio del 4% (205.000 spettatori) e una media per puntata di ascoltatori unici di 670.000 contatti. Ma sono i dati più "tecnici" a essere piuttosto sorprendenti. 

I dati dello Studio Barometro

Se si aggiungono le tredici repliche trasmesse: nove in seconda serata e quattro nella fascia del mattino, il risultato complessivo di ciascun episodio arriva a una media del 6.8% di share (345.000 spettatori) con 1.890.000 ascoltatori unici. Il totale dei contatti raggiunti dalla prima stagione è pari a 12.100.000 individui.

Per quanto riguarda invece il posizionamento d'ascolto, emerge che il programma presenta una penetrazione più accentuata tra i responsabili d'acquisti, tra gli individui che appartengono alla classe socio-economica più elevata (alto spendenti); tra le donne e nel Centro-Nord Italia. In parole semplici, Felicità - La stagione delle buone notizie ha avuto particolare successo sul target più appetibile per gli sponsor e quindi più redditizio per la Rai in qualità di introiti pubblicitari.

Risultati soddisfacenti, dunque, per Felicità - La stagione delle buone notizie. Che, nelle intenzioni dell'autore, voleva portare una ventata di leggerezza nel palinsesto dominato da virologi ed epidemiologici e da bollettini di guerra

Sbirciando nei palinsesti invernali delle reti Rai, Vicedomini si è dimostrato ancora una volta un uomo di fatti e di soluzioni e non di chiacchiere. Uno strumento utile, insomma, a destare l'interesse del pubblico anche nelle fasce orarie più critiche, un "Jolly" della Tv, abile a macinare ascolti e per giunta sul target più ambito. Come dimostrano del resto i dati ottenuti nel difficile slot mattutino del sabato estivo. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password