Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La nazione degli orrori

Condividi su:

Eccoci giunti al giro di boa dell'ennesimo Governo della Repubblica italiana.

Adesso si torna alla meta, come nel gioco dell'oca.

Vedremo i partitini che hanno governato a braccetto fino a ieri rifarsi la guerra più accanita accusandosi delle mancanze e degli errori altrui come se fino ad ora non avessero "lavorato" insieme, con grande spirito di sacrificio, mettendosi d'accordo "per il bene dell'Italia".

Adesso la destra accuserà la sinistra di incompetenza e perbenismo e la sinistra la destra di populismo e demagogia.

La terza forza dei cinque stelle probabilmente accuserà entrambe di aver rovinato il Paese e si prenderà i meriti di aver cacciato il banchiere cattivo tornando a fare discorsi anti Europa, anti immigrazione, anti tutto, probabilmente vorrà riaprire il Parlamento come una scatoletta di tonno.

Torneranno a rifarsi la guerra puntandosi i "diti" fantozziani l'un l'altro per riprendere i voti dei più accaniti dissidenti creduloni che per l'ennesima volta crederanno alle belle parole imbottite di fiele colorato di rosso, di blu e di giallo per mantenere i colori di bandiera.

Loro mica sono stati alla maggioranza tutti insieme come un'insalata marcia per il nostro bene. 

Si riempiranno la bocca di lavoro, di italiani, di prima noi, di prima loro. Tutto per riprendere il posto in quel Parlamento ormai anche dimezzato, intanto il vitalizio l'hanno salvato. 

Fino a settembre saranno di nuovo nemici, poi andremo a votare e di nuovo nessun partito raggiungerà la maggioranza e con grande spirito di sacrificio, si rimetteranno insieme come il più macabro dei matrimoni "per il bene dell'Italia".

E con un'altra legislatura assicurata, il prossimo inverno tornare il necessarissimo passaporto verde, perché se il Presidente del Consiglio dimissionario lo avesse introdotto e fosse durato fino alla naturale scadenza della legislatura nel marzo 2023, sarebbe stato un po' più complicato chiedere il voto per risalire in quel circo tutto rosso.

Sorridete, italiani. La commedia degli orrori e riservata dopo essere stata ben scaldata dall'attuale anticiclone.

Condividi su:

Seguici su Facebook