Sicilia: La prima nazionale del film "Entro Mezzanotte" uscirà a Vittoria, nella città dove è stato girato!

Regia di: Peppino Orecchia e Tony Gangitano

pubblicato il 16/09/2019 in Interviste da Concita Occhipinti - Ufficio Stampa
Condividi su:
Concita Occhipinti - Ufficio Stampa

I registi Peppino Orecchia e Tony Gangitano firmano la pellicola per la grande sala e fissano la prima tappa cinematografica proprio in città. Il film, infatti, è stato girato interamente a Vittoria, città in provincia di Ragusa e la scelta degli attori volutamente cercata in una rosa di professionisti siciliani. La Trama: Bere, mangiare e dormire a tutti i costi. La vita di un senzatetto lontano dalla spiritualità e dalla fede adagiato in un sistema sociale indifferente, il protagonista, interpretato dall’attore Mario Opinato, si lascia andare in un via vai di peregrinazione tra furti, droga e vita allo stato brado. Incontri disperati e lame di coltello, compagni di cella e cartoni letto divisi: questi gli “ingredienti” che accompagneranno questo film firmato in doppia regia da Peppino Orecchia e Tony Gangitano, per una produzione indipendente e la sceneggiatura dello stesso regista Orecchia coadiuvato dalla giornalista Concita Occhipinti, distribuito da X-MOVIE DISTRIBUZIONE, che vanta un cast eccezionale: Mario Opinato, Guia Jelo, Vincent Riotta, Maurizio Marchetti, Mimmo Mignemi , gli stessti registi si ritagliano una piccola parte e tanti altri attori professionisti come Turi Giuffrida, Pino Scaglione e Manuel Sciacca, ed emergenti, molti dei quali vittoriesi come Paola Orecchia, Marcello Orlandini ed Emanuele Gulino e tanti altri non meno importanti. Un racconto ispirato a una storia vera, quella di un uomo che ha sperimentato le tenebre del cuore, l’ angoscia di sentirsi solo e abbandonato, un rifiuto per se stesso e per gli altri. Un film racconto, dunque , che cercherà di spiegare la “trasformazione” che subisce un uomo che pensa di essere un rifiuto per la società. L’identità di un uomo messa a dura prova, un precipizio che lo porterà a un gesto estremo “fermato” da un incontro… Dichiarazione del regista vittoriese Peppino Orecchia Il film vive di respiro nazionale grazie al cast formato da attori professionisti e ci tenevo che andasse nella grande sala proprio per dare la giusta luce artistica. Ogni regista sogna questa meta, soprattutto dopo anni di lavorazione e sacrifici non indifferenti, in quanto essendo emergente ho trovato non poche difficoltà a mantenere un alto profilo della pellicola. Ma oggi posso gridare a gran voce la mia soddisfazione perchè sono riuscito a dirigere attori che hanno lavorato con grandi firme del cinema italiano ed internazionale, grazie anche al collega Tony Gangitano che mi ha supportato con la sua professionalità. Questa opera voglio portarla avanti perchè si conoscano i disagi degli uomini che vivono in una società a volte lontana dai richiami spirituali e che rispecchiano invece una vita dissoluta nella contemporaneità dell'egoismo e della presunzione innalzando un "io" che va in contrasto con "Dio". Ovviamente non vi nascondo che mi aspetto un riscontro di pubblico attento e curioso che partecipi alla proiezione di questo film/evento che abbia come fine ultimo l'avvicinamento verso una conduzione di vita piena di luce e meno di tenebre, queste ultime infatti "offuscano" il vero senso della vita. Proiezione per la stampa e attori ore 18 - Proiezione pubblico : 20.15

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza