Luca Russo: “Creatività è la mia parola d’ordine”

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 29/05/2019 in Interviste da Maria Rita Marigliani
Condividi su:
Maria Rita Marigliani

Il suo percorso professionale inizia in Rai e nel corso degli anni ha ottenuto grandissime soddisfazioni. Oggi, Luca Russo, con costanza, talento e determinazione, è riuscito a mettere su una struttura tutta sua, la Zilù Comunicazione, grazie alla quale sta ottenendo sempre più ampi consensi in vari settori.

 

Luca, come nasce il tuo percorso professionale?

Da Bologna, città in cui mi laureo, mi trasferisco appositamente a Roma per entrar a far parte del gruppo Rai di Innovazione Prodotto, diventata poi Rai Futura e negli stessi anni ricopro il ruolo di consulente per la comunicazione e le attività di spettacolo per grossi gruppi nazionali ed internazionali. Dopo anni in Rai, che mi hanno visto impegnato in programmi pomeridiani e di prima serata, divento direttore di produzione per una importante realtà televisiva e lì ho fatto davvero la mia crescita professionale diventando anche autore e regista. Oggi ho la mia struttura, la Zilù Comunicazione di Roma, che opera ormai da anni con ottimi risultati e mi dà grandi soddisfazioni: la creatività è la nostra parola d’ordine.

 

Quando ti sei reso conto che la tua passione stava per trasformarsi in un vero e proprio lavoro?

Non importa il lavoro che si fa nella vita, l’importante é amarlo. Io sono profondamente innamorato del mio lavoro e per questo ogni mattina, quando mi sveglio e inizio le mie lunghe, lunghissime giornate mi chiedo: ma quand’è che inizio a lavorare? Eppure, credetemi, lavoro tantissimo e non mi fermo mai. Quando poi scelsi l’università, sapevo che la mia felicità era legata al creare prodotti per far felici le persone attraverso l’intrattenimento, lo spettacolo e gli eventi culturali.

 

Quali sono gli elementi che ti convincono a dar vita a un nuovo progetto?

L’innovazione, la qualità del progetto, i protagonisti che ne faranno parte, ma soprattutto la passione. Se un progetto mi appassiona, faccio sempre di tutto per realizzarlo. Ad oggi, le scelte fatte con tutta la squadra della Zilù hanno sempre dato ottimi risultati. Siamo creativi appassionati e molto stravaganti.

 

Tra tutte le pacche sulla spalla finora ricevute, di quale vai più fiero?

Ne ho parecchie da ricordare, perchè ho avuto la possibilità di lavorare con grandi professionisti ed esempi straordinari di successo, ma due sono quelle che portò nel cuore. La prima è quella di mio fratello che per primo, molti anni fa, ha creduto nella mia scelta convingendo mio padre e mia madre che avrebbero desiderato altri percorsi per me, ed oggi grazie a lui anche i miei genitori sono assolutamete soddisftatti della scelta fatta. La seconda è quella di un grande personaggio che oggi non c’ è più, Vittorio Squillante, che nel corso della serata in cui mi consegnarono il Premio Personalità Europea nel 2010, mi accompagnó alla premiazione  e mi disse: “Lucariè, non ti fermare”. E mi diede la famosa pacca sulla spalla, sostenendomi poi in tanti miei altri lavori.

 

Tornando indietro, lungo il tuo percorso professionale, c’è qualcosa che non rifaresti?

No, dico grazie a tutti, senza se e senza ma. Ogni esperienza della mia vita profesionale è stata un’occasione di crescita e di profonda esperienza.

 

A quali progetti ti stai dedicando attualmente?

Seguiamo la comunicazione nazionale ed internazionale di brand abbastanza famosi, realizziamo eventi culturali in tutta italia, siamo una produzione musicale ed editoriale e pertanto i progetti non ci danno regua. Da qualche tempo, inoltre, abbiamo siglato una straordinaria partnership con la Innovation Time Production di Nicola Vizzini e Andrea Stranieri, con i quali abbiamo già realizzato, in co-produzione, la prima edizione del Premio Rascel e stiamo già lavorando a due importanti produzioni tv: Il boss delle pizze e Il boss delle pizze versione vip con tanti personaggi dello spettacolo. Le due produzioni avranno quest’anno un’importante azione cross-mediale e siamo in piena attività con i rispettivi staff per iniziare le riprese già questa estate.

 

Quale, invece, vorresti fosse il tuo prossimo step della tua carriera?

Da anni ho un progetto tv dedicato ai bimbi e credo che nel mondo dell’animazione e dei cartoon si possa fare molto di più in italia: credo in questo prodotto e spero presto di poterlo realizzare. In ogni produzione, prodotto o azione di marketing che sviluppiamo in Zilù abbiamo un solo desiderio: dare al pubblico prodotti di grande qualità.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password