Cdm, manovra da 1,6 miliardi per rientro deficit sotto al 3%

Tagli "più o meno lineari"

pubblicato il 10/10/2013 in Economia
Condividi su:

Il Consiglio dei ministri ha varato una manovra aggiuntiva da 1,6 mld. In conferenza stampa, il ministro dell'Economia Saccomanni precisa che la  manovra è necessaria per far rientrare il deficit sotto la soglia del 3%. Le coperture,spiega,arriveranno da "vendita di immobili del demanio per 500 milioni alla Cassa Depositi e Prestiti e da riduzione di spese dei ministeri e dei trasferimenti agli Enti locali per 1,1 mld".Si tratta di tagli "più o meno lineari", tranne che per Ricerca,Istruzione e Sanità.Nessun aumento di accise
e tasse.Niente fondi invece per il rinnovo della Cig, oggetto di un prossimo decreto, Non si è parlato di Alitalia.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password