Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il vino non conosce crisi e aiuta gli altri settori

La raccolta di un solo grappolo favorisce 18 settori produttivi

Condividi su:

Grazie alle esportazioni,  nel 2014 il fatturato del settore del vino ha raggiunto i 9,4 miliardi , mentre per quanto riguarda le vendite sul mercato nazionale la situazione è stagnante con  4,3 miliardi. E’ quanto  comunica la  Coldiretti con una sua analisi presentata al Vinitaly di Verona, la fiera annuale del vino che si tiene a Verona nel mese di marzo.
“La decisa svolta verso la qualità ha messo in moto nel vino un percorso virtuoso in grado di conciliare ambiente e territorio con crescita economica e occupazionale”  ha commentato il  presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che “Nuove e importanti opportunità si aprono nel 2015. E segnali positivi vengono anche dall’esportazioni grazie all’effetto traino del tasso di cambio favorevole con il dollaro."Esportazioni in aumento negli Stati Uniti (+4,4%)  , al secondo posto la Germania con una flessione del 4,4% e aumento in  Gran Bretagna (+6,1%) al terzo posto. Risentono invece delle tensioni politiche e commerciali le esportazioni verso la Russia  dove si registra un calo pari  10,4%  nonostante il vino non rientri nell’embargo.

Il buon andamento dell’economia del vino si ripercuote positivamente nell’occupazione  agricola.  Sono stati impiegati nel settore agricolo  250mila italiani , considerando tutto il ciclo produttivo del vino: coltivazione nelle  vigne,  attività nelle cantine, imballaggio   fino alla  distribuzione commerciale con  attività di divulgazione pubblicità ed enoturismo della cosmetica; un universo che non conosce crisi.


Sorprendenti i dati di uno studio della Coldiretti che rivela come la raccolta di un solo grappolo favorisca  opportunità di lavoro in ben 18 settori: 1) agricoltura, 2) industria trasformazione, 3) commercio/ristorazione, 4) vetro per bicchieri e bottiglie, 5) lavorazione del sughero per tappi, 6) trasporti, 7) assicurazioni/credito/finanza, 8) accessori come cavatappi, sciabole e etilometri, 9) vivaismo, 10) imballaggi come etichette e cartoni, 11) ricerca/formazione/divulgazione, 12) enoturismo, 13) cosmetica, 14) benessere/salute con l’enoterapia, 15) editoria, 16) pubblicità, 17) informatica, 18) bioenergie.

Condividi su:

Seguici su Facebook