Venerdì 21 scatta la tassa sui contanti

Obbligo per tutti gli esercenti di trasmettere telematicamente i corrispettivi giornalieri

pubblicato il 17/02/2015 in Economia da Davide Zedda
Condividi su:
Davide Zedda

Il Governo Renzi ha dato il via libera. Da venerdì scatta l’imposta sui pagamenti in contanti per le cifre superiori ai 200 euro. Si pone in essere un provvedimento per “incoraggiare la tracciabilità dei pagamenti”.

Come riporta Il Sole 24 Ore “il governo sarebbe pronto a dichiarare la guerra al contante con l’introduzione di un’imposta di bollo proporzionale ai versamenti giornalieri superiori ai 200 euro. Ciò non dovrebbe dispiacere alle banche che potranno vedere crescere i loro profitti sulle operazioni di accredito elettronico e allo stesso vedranno ridursi i costi di gestione del contante. Il primo tassello sarà rendere obbligatorio dal 2017 per commercianti, artigiani e professionisti la memorizzazione e la trasmissione telematica al fisco di tutti i corrispettivi giornalieri per dire addio allo scontrino di carta. L’obbligo riguarderà anche la grande distribuzione e tutti i soggetti che oggi sono sul mercato con i distributori automatici”.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password