Katainen, audizione a Montecitorio

“Bisogno urgente di ripresa”

pubblicato il 28/01/2015 in Economia da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua
Jyrki-Tapani-Katainen

“Cercasi crescita economica disperatamente”: si potrebbe sintetizzare con questo slogan l’intervento pronunciato il 15 gennaio dal vicepresidente della Commissione Europea, il finlandese Jyrki Katainen, alla Camera dei Deputati italiana. Il vicepresidente è stato ascoltato a Montecitorio in merito alla politiche Ue sullo sviluppo economico dalle commisioni Bilancio, Attività Produttive, Lavoro e Politiche Ue di camera e Senato, riunite nell’Aula dei gruppi. “Tutti nell’Eurozona ne abbiamo bisogno e l’unico motore per riavviarla sta negli investimenti”. E ad accomunare i paesi dell’Ue, accanto alla necessità di ripresa, è proprio la “carenza” su questo fronte.
E allora, come si fa ad ovviare a questa penuria di iniziative imprenditoriali? Katainen si fa portavoce di quello che possiamo chiamare il “teorema-Juncker”,  quasi sicuramente il perno, a sentir lui, dell’azione  di Juncker, e della sua commissione, in materia politica economicaeuropea. La parola chiave, accoppiata naturalmente ad “investimenti”, è “capitali privati”. “Bisogna impegnarsi per mobilitarli”. Lo scopo, egli aggiunge, è che divengano “mobili”, così da “produrre investimenti”. 
Si conferma l’euro-gradimento per la politica riformista di Renzi. Katainen è addirittura entusiasta del jobs Act: “Appare più equo verso i giovani e sicuramente favorirà le assunzioni”. Ma nel complesso “tutte le riforme del governo italiano sono importanti e aumenteranno la competitività”.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password