Webinar “Finanza Sostenibile e Informazioni di carattere non finanziario”

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 09/12/2020 in Economia da Giuppy Giuliani
Condividi su:
Giuppy Giuliani

All’ informazione non finanziaria è demandato il compito di chiarire al pubblico ed agli investitori le informazioni chiave sulla sostenibilità di un’impresa o di uno strumento finanziario.

Il panel, introdotto dal prof. Mario La Torre, ha visto i saluti iniziali di Nadia Linciano (Consob)

Che ha ribadito l’importanza di avere più dati, soprattutto più accurati,  per promuovere una buona informativa.  Tale presupposto è fondamentale anche per l’attività di vigilanza della Consob.

Prima della tavola rotonda è stato proiettato un video emozionale di educazione finanziaria sulla finanza sostenibile prodotto da ANCEF con il contributo liberale di BI e disponibile sul portale di Obiettivo Economia.

Il Panel, coordinato da Marta de la Cuesta (Università UNED), ha visto la partecipazione di:

Barbara Alemanni (Università di Genova), che ha analizzato il comportamento degli investitori al dettaglio in prodotti di finanza sostenibile e il ruolo della trasparenza normativa;

Giovanna Frati (Consob) che ha illustrato le principali sfide che gli investitori istituzionali si trovano attualmente ad affrontare nel definire strategie di investimento ESG compliant; Claudia Guagliano (ESMA) che ha sottolineato, tra l’altro, i possibili rischi per gli investitori legati alla mancanza di definizioni comuni ed alla scarsità di informazioni sui prodotti sostenibili e sugli orientamenti ESG degli emittenti evidenziando il ruolo fondamentale dei label, dei rating e della tassonomia ESG; Pilar Gutierrez (EBA): che ha evidenziato la mancanza di informazioni significative e granulari che rendono complesso per le banche l’assessment del rischio ESG collegato al loro portafoglio crediti ed ha illustrato i compiti di EBA in materia di finanza sostenibile; Tommaso Rondinella (Banca Etica) che ha concentrato il suo intervento sui limiti della definizione di finanza sostenibile proposta dall’Unione Europea, in particolare per quanto riguarda gli aspetti sociali e di governance ed ha illustrato le metriche di rendicontazione non finanziaria di Banca Etica; Claudia Pasquini (ABI) che ha contestualizzato il lavoro dell’Associazione Bancaria Italiana nel contesto della sfida che le banche dovranno affrontare nei prossimi anni per rendere la propria gestione e le politiche creditizie, in particolare, amiche della crescita sostenibile.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password