PIU' SERVIZI E INNOVAZIONE, DA APICE UN ANTIDOTO ALLA CRISI.

E' la Dierre Legnami, rinomata azienda nel settore legno, a dare una risposta concreta alle incertezze del periodo con più servizi offerti

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 01/12/2020 in Economia da alberto de rogatis
Condividi su:
alberto de rogatis

E' la Dierre Legnami, rinomata azienda nel settore legno che si estende su una superficie di 10.000 mq nel territorio di Apice, a dare una risposta concreta alle incertezze del periodo incombenti nell'ambito economico e industriale. Da pochi mesi, la Dierre offre un utile servizio in più alle piccole e medie falegnamerie del territorio, ed anche al singolo utente privato. E' la sezionatrice verticale automatica SVP 133, una tra le macchine sezionatrici più efficienti che consente la sezionatura a misura del pannello scelto. Con le sue misure di oltre 3 mt di lunghezza, quasi 2 mt di altezza e 6 cm di profondità, garantisce, infatti, la più grande e comoda superficie di taglio. Un servizio che potrà soddisfare, con consegne in tempi rapidi, un grande bacino di utenza presente nel Sannio e in Irpinia. "Questa nuova brillante sezionatrice verticale non è un punto di arrivo per la nostra azienda, ma un ulteriore tassello che aggiungiamo all'ampia offerta dedicata ai clienti - spiega Massimiliano Picciocchi, responsabile Dierre Legnami - perchè da sempre operiamo e ragioniamo compenetrandoci nelle esigenze dell'utente. Siamo ben organizzati ed in grado di accontentare una clientela sempre più attenta e qualificata, dalla piccola falegnameria all’industria. Offriamo una notevole disponibilità e qualità di legnami, una grande rapidità e capacità di approvvigionamento, commercializziamo pannelli, travi lamellari e profili lamellari per serramenti, segati latifoglie, resinosi e altre tipologie". Ad Apice, punto d'incontro tra due province, non mancano dinamiche realtà imprenditoriali che puntano a diventare un riferimento irrinunciabile nel proprio settore, sfidando in prima persona l'attuale crisi.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password