Marchetti Tech srl e Graphene Industrial Application Ltd firmano accordo per la fornitura di Graphene

L’azienda italiana con sede a Milano ha firmato con l’azienda britannica un contratto per la fornitura pluriennale di Graphene

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 28/09/2020 in Economia da Thomas Cardinali
Condividi su:
Thomas Cardinali

Nella sede di Branding srl di Massa è stato reso noto che la Marchetti Tech srl azienda storica dell’industria della pietra e la Graphene Industrial Applications Ltd del Regno Unito la quale sviluppa additivi contenenti graphene. Il graphene è un materiale costituito da uno strato monoatomico di atomi di carbonio (avente cioè uno spessore equivalente alle dimensioni di un solo atomo). Ha la resistenza teorica del diamante e la flessibilità della plastica e le due aziende hanno firmato un accordo per lo sviluppo di applicativi per l’industria della Pietra. 

Sono anni che lavoriamo a questo progetto, in silenzio con molta dedizione, il nostro obiettivo è quello di utilizzare il graphene a beneficio della nostra industria”, ha dichiarato Arianna Marchetti Chief Innovation Officer della famosa azienda toscana aggiungendo “abbiamo degli applicativi già pronti che andremo a presentare nelle prossime settimane, anni di lavoro che finalmente stanno per vedere la luce”. L’Ing. Tiziano Boccomino Chief Technology Officer, invece ha dichiarato “Siamo davanti ad una svolta, una novità assoluta, la Marchetti porta con sé una storia lunga 50 anni, oggi come ieri continuiamo a stupire portando innovazione. Il primo applicativo è un prodotto unico che sarà usato nella nostra industria per risolvere uno dei problemi più importanti”. 

 

Grande la soddisfazione espressa da Thomas Secchiari in rappresentanza della Graphene Industrial Applications Ltd: “Abbiamo scelto la Marchetti proprio perché azienda storica dell’industria della pietra, ne conosce tutte le problematiche e dinamiche commerciali e in particolari tecniche, risolvere i problemi dell’industria della Pietra significa poterlo fare in altri settori industriali, per noi come Graphene Industrial Applications sarà un grande test, proprio dal punto di vista chimico ed applicativo”.

 

Le scoperte sul graphene e le sue applicazioni sono iniziate nel 2004 e sono valse il premio Nobel per la fisica nel 2010 ai due fisici Andrej Gejm e Konstantin Novosëlov dell'Università di Manchester che ne hanno studiato per prime le straordinarie proprietà. Tante sono le possibilità per l’utilizzo del graphene, dalle batterie a lunga durante, fino filtri dell’acqua passando per la realizzazione di materiali eco sostenibili.

 

L’accordo tra la Marchetti Tech e la Graphene Industrial Applications avrà una durata di cinque anni. Non sono stati resi noti altri dettagli dell’accordo.

  • Argomenti:

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password