Il Gruppo Arena sceglie UniCredit per supportare i propri fornitori

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 24/04/2020 in Economia da Filippo Virzì
Condividi su:
Filippo Virzì
Andrea Casini, CO-Ceo Commercial Banking Italy di UniCredit

L’azienda ha attivato una innovativa soluzione di dynamic discounting messa a punto
dalla fintech FinDynamic che completa le soluzioni per la Supply Chain previste da
UniCredit per i propri clienti.

Lo strumento aiuta a ottimizzare il circolante e a supportare la filiera dei fornitori,
alleviandone eventuali tensioni finanziarie legate alla contingenza.

Il Gruppo Arena, primaria realtà imprenditoriale siciliana operante nel settore della GDO con più
di 180 Punti Vendita ad insegna Decò, IperConveniente, SuperConveniente e Non Solo Cash,
ha attivato in questi giorni grazie alla partnership con UniCredit una innovativa soluzione di
dynamic discounting messa a punto dalla fintech FinDynamic.
Lo strumento del dynamic discounting consente alle imprese clienti di UniCredit di ottimizzare il
capitale circolante e di supportare efficacemente la propria filiera di fornitori, alleviandone anche
eventuali tensioni finanziarie legate alla contingenza.
I programmi di filiera, particolarmente importanti in un sistema produttivo quale quello italiano
caratterizzato dalla prevalenza di piccole e medie imprese, si sono evoluti nel tempo,
affiancando allo scopo originario di fornire supporto ai principali fornitori anche altre motivazioni,
che spaziano dalla responsabilità sociale al miglioramento dei processi aziendali, dal
rafforzamento della relazione commerciale tra buyer e fornitore all’ottimizzazione del capitale
circolante fino all’efficientamento della tesoreria aziendale. Il programma di filiera implementato
dal Gruppo Arena, attraverso Findynamic, si candida ad essere certificato da un ente terzo
come programma ad alto impatto sociale.
Le imprese sono alla ricerca di soluzioni di gestione del circolante sempre più efficaci e lo
sconto dinamico consente loro di offrire ai fornitori, utilizzando la propria liquidità, un pagamento
anticipato delle fatture, a fronte di uno sconto che varia dinamicamente in relazione al numero di
giorni di anticipo rispetto alla data di pagamento concordata in fattura.
La soluzione messa a punto da FinDynamic, proposta da UniCredit e adottata ora anche dal
Gruppo Arena consente alle imprese di visualizzare le fatture all’interno di una piattaforma web
o mobile e di selezionare in modo semplice quelle per il pagamento anticipato.
Andrea Casini, CO-Ceo Commercial Banking Italy di UniCredit, ha dichiarato: “Nell’attuale
contesto di difficoltà e di incertezza, rafforzare il legame con i fornitori rappresenta un
importante vantaggio competitivo, soprattutto per una realtà come il Gruppo Arena da sempre
0123 UniCredit Group – Public attenta alla qualità e alla sostenibilità. Inoltre, per le aziende della filiera, avere la possibilità di anticipare l’incasso a fronte di un piccolo sconto permette di garantire un adeguato livello di
liquidità. Attraverso la collaborazione con FinDynamic, tra le soluzioni che offriamo ai nostri
clienti per la gestione della filiera c’è il dynamic discounting”.
Giovanni Arena, DG del Gruppo Arena, ha aggiunto: “Da sempre riteniamo fondamentale
rafforzare il legame con i nostri fornitori e, in questo particolare momento di emergenza,
abbiamo voluto mettere a disposizione di tutte le aziende siciliane nostre partner uno strumento
per offrire loro maggiore flessibilità, garantendo la possibilità di incassare i crediti prima dei
tempi previsti e rendendo meno oneroso il sistema di pagamento. Un risultato straordinario che
ci permette di creare con i nostri fornitori un rapporto ancora più autentico e di fiducia, grazie
all’innovativa piattaforma di FinDynamic ed alla nostra storica alleanza con Gruppo UniCredit.”
La Fratelli Arena srl, inoltre, ha approvato in questi giorni il bilancio di esercizio 2019 che fa
registrare un pieno raggiungimento degli obbiettivi previsti dal Piano Industriale redatto lo
scorso anno ed incentrato sulla sostenibilità economico/finanziaria delle importanti operazioni di
acquisizione intraprese nel 2019. Nel dettaglio si rileva un fatturato di 645 milioni, in crescita del
44%, un EBITDA di 32 milioni, in crescita del 56% ed un utile netto di 17 milioni, in crescita del
65%.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password