Executive Summit: a Milano il gotha dell’economia internazionale si confronta con i CEO italiani sul futuro del business.

Saranno premiati con Forbes i vincitori della seconda edizione dei CEO Italian Awards

pubblicato il 04/12/2019 in Economia da Giorgio Nadali
Condividi su:
Giorgio Nadali

di Giorgio Nadali

Il 4 dicembre, all’Hotel Park Hyatt Milan, Business International invita il Top Management italiano per parlare delle sfide che attendono le aziende e i mercati nei prossimi mesi e premiare insieme a Forbes Italia i vincitori dei prestigiosi CEO Italian Awards 2019.  Nel corso di questa quinta edizione, la manifestazione vedrà tra i suoi relatori alcuni dei più importanti trend-setter ed economisti a livello globale, come Daniel Franklin del The Economist, Mauro Pisu dell’OECD, Joe Iles di Ellen MacArthur Foundation e Mehran Gul del World Economic Forum. Grazie all’importante collaborazione con Capgemini, inoltre, durante la giornata saranno presentati i risultati della ricerca “Changing the Game”, lo studio realizzato appositamente per l’appuntamento e dedicato ad indagare quale sarà il nuovo ruolo del CEO nell’era della digital disruption.

Globalizzazione, digitalizzazione, sostenibilità, inclusione, economia circolare, innovazione e poi Brexit, guerra dei dazi e crisi economica. La principale necessità odierna è rappresentata dal saper guardare avanti, senza dimenticarsi del passato, ma anzi facendo appello proprio a ciò che di buono è stato fatto per migliorare la qualità della vita del mondo del futuro. Un principio di grande valore etico, morale, ma anche di grande lungimiranza in termini di business, quello del “forward thinking for a better future”, che ha portato anche quest’anno Business international (divisione di Fiera Milano MediaGruppo Fiera Milano) a dare vita alla quinta edizione dell’Executive Summit, l’evento dedicato al top management italiano, che si terrà il prossimo 4 dicembre 2019 all’Hotel Park Hyatt Milan. La manifestazione, che dal 2015 ha coinvolto oltre 1000 amministratori delegati e presidenti delle più importanti realtà italiane,  anche quest’anno torna nel capoluogo lombardo per consentire ai capitani d’impresa, che ogni giorno alimentano l’economia italiana, di confrontarsi sui principali trend e le sfide cruciali che attendono le aziende e i mercati nel 2020. Con l’aiuto di alcuni dei più importanti trend-setter ed economisti internazionali, oltre che alla presentazione dei risultati di un’esclusiva ricerca realizzata per l’occasione da Capgemini e intitolata “Changing the Game”, infatti, la kermesse consentirà al pubblico di comprendere a fondo quali saranno i rischi da monitorare e le opportunità da cogliere in momento storico di grande evoluzione sotto numerosi punti di vista. Per poi premiare, in collaborazione con Forbes Italia, i CEO più innovativi degli ultimi 12 mesi nel corso dei prestigiosi CEO Italian Awards 2019.

THE WORLD IN 2020

In un contesto di alto profilo, caratterizzato dalla presenza di grandi speaker internazionali e da una platea di amministratori delegati di grandi e piccole imprese, presidenti di enti istituzionali e founder di innovative startup di successo, quindi, l’annuale incontro dell’Executive Summit, che in questa occasione si avvale anche della charity partnership di AMREF, trasporterà ancora una volta il proprio pubblico in una piccola Davos pronta a delineare i mega-trend che incideranno sulle scelte di business e disegneranno il mondo del 2020. Grazie all’importante contributo di personalità del calibro di Daniel Franklin, Executive Editor del The Economist (oltre che autore dell’annuale pubblicazione del periodico britannico dedicata alla previsione dei trend per l’anno che verrà), che farà da chairman all’intera manifestazione, Mauro Pisu, Senior Economist dell’OECD, che presenterà in anteprima il Global Economic Outlook 2020 che descrive le prospettive future dell’economia mondiale esaminando i trend attesi nel 2020 per l’Italia, Joe Iles, Co-Leading Circular Design Work di Ellen MacArthur Foundation, che proporrà la differente visione di un  approccio all’economia circolare, basato sul riutilizzo delle risorse e in grado di offrire nuove reali opportunità per la crescita, Mehran Gul, Project Lead Digital Transformation Initiative del World Economic Forum, che offrirà un disegno della nuova mappa geografica dell’innovazione, l’appuntamento di quest’anno, intitolato proprio “The World in 2020”, infatti, sarà dedicato ad approfondire le evoluzioni della finanza e dell’economia e le nuove sfide che le imprese si apprestano ad affrontare per crescere, adeguando le proprie strategie e i propri obiettivi. Una visione innovativa che emerge alla luce di framework, business perspective e mega-trend in atto e in grado di rappresentare perfettamente i tre vericore obsessionsdei CEO di oggi e di domani.

UN’ECCELLENZA ITALIANA DA PREMIARE

Dai risultati della ricerca "Changing the Game", realizzata per l'occasione in occasione con Capgemini su n campione online di 15.000  figure apicali di aziende cross-industry, con un approfondimento strategico effettuato su un panel di 120 Ceo, per indagare quale sarà il ruolo degli amministratori delegati nell’era della digital disruption, all’alternanza di leading talks e sessioni di networking sul tema della crescita globale, che vedrà confrontarsi sull’argomento i più rilevanti CEO italiani, l’Executive Summit punterà quindi a ispirare e stimolare idee per definire le linee guida della crescita del 2020, in un contesto economico dinamico e sempre più digitalizzato di un mondo che si appresta ad affrontare, nei prossimi mesi, momenti di grande rilevanza, come l’attuazione degli innovativi progetti proposti dal programma Horizon 2020, le prossime Olimpiadi di Tokyo e l’esposizione universale di Dubai. Per poi concludersi, infine, con la serata di gala dei CEO Italian Awards, realizzata in partnership con Forbes Italia, durante la quale saranno premiati i CEO che, secondo il ranking di Forbes, rappresentano i “capitani del made in Italy” più innovativi e di successo degli ultimi 12 mesi. Top manager che durante il 2019 si sono distinti per competenza, professionalità e audacia al fine di rendere le loro imprese non solo più competitive sui mercati globali, ma anche ambienti in grado di migliorare la qualità della vita sia dei propri professionisti, sia del territorio in cui operano ogni giorno.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password