Banca Nazionale del Lavoro, l’UGL Credito denuncia, rete sportelli al collasso

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 05/11/2019 in Economia da Filippo Virzì
Condividi su:
Filippo Virzì

“La rete oramai è al collasso, i colleghi non ne possono più e la clientela è disorientata” spiega Adriano Ruspi Minardi, Segretario Responsabile di UGL Credito in Banca Nazionale del Lavoro, spiegando i motivi che hanno indotto i Sindacati ad una nuova azione di protesta.

“Come Sindacati scenderanno in piazza il prossimo 7 novembre a Firenze, con un presidio in via de’ Cerretani presso la sede locale della BNL e terremo un’assemblea del personale per contestare un modello organizzativo che fa acqua da tutte le parti” spiega Ruspi Minardi.

“Il mal di budget, pressioni commerciali estreme, organici ridottissimi generano un mix micidiale che espone i colleghi verso la clientela, sempre più spesso insoddisfatta e, in alcuni casi, esasperata”.

“Abbiamo provato a farci ascoltare in tutte le sedi, adesso scendiamo in piazza e non ci fermeremo: i colleghi meritano rispetto e condizioni di lavoro adeguate, così come la clientela merita servizi eccellenti” chiude Ruspi Minardi.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password