USA: la Polizia uccide un ragazzo di colore in sedia a rotelle

La madre accusa gli agenti: 'era disarmato'

pubblicato il 25/09/2015 in Dal Mondo da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

WILMINGTON (USA) – Ancora colpi di pistola su un ragazzo afroamericano esplosi da alcuni agenti di polizia nello stato del Delaware. Continua la striscia di aggressioni contro persone di colore da parte delle forze dell’ordine che questa volta hanno colpito e ucciso un ragazzo di 28 anni già costretto a vivere su una sedia a rotelle.

I poliziotti sono giunti sul luogo dove si è consumata la tragedia dopo aver ricevuto una segnalazione riguardante una persona che aveva esploso dei colpi di pistola. Una volta dispostisi, gli agenti, hanno da subito fermato il giovane in carrozzina intimandogli di alzare le mani. A documentare la scena ci sarebbe un video, filmato da un passante, le cui immagini appaiono confuse ma testimoniano come l’uomo abbia portato le mani sui propri jeans prima di ricevere le pallottole che ne hanno causato la morte.

Per difendere la propria posizione la polizia afferma che gli agenti abbiano sparato solo nel momento in cui hanno visto l’uomo toccare un’arma, precisamente una pistola calibro 38 (fonte Il Messaggero). Proprio il capo della polizia di Wilmington, Bobby Cummings – egli stesso afroamericano – ha fato sapere che «quando i poliziotti hanno visto McDole toccare la pistola, hanno aperto il fuoco».

Tuttavia la versione degli agenti non sembra convincere la madre di Jeremy McDole – questo il nome del ragazzo ucciso – la quale è invece convinta che il figlio fosse completamente disarmato. Non a caso la donna, nel corso della conferenza stampa della polizia, ha affermato che il «figlio non era armato e c'è un video che lo dimostra».

Intanto è stata aperta un’indagine e gli investigatori stanno valutando le immagini del video per cercare di comprendere a pieno come siano andate le cose. Intanto Cummings ha fatto sapere che si impegnerà ad assicurare una condotta dell’indagine quanto più corretta e trasparente.

Continua a salire dunque anche la tensione tra la popolazione di colore e le forze dell’ordine a stelle e strisce che, nel corso di questi ultimi mesi, si sono rese protagoniste di diversi episodi di violenza ai danni di cittadini afroamericani. Anche a causa di questi episodi numerose sono state le manifestazioni di protesta pacifica in diverse città americane.

Foto Ansa

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password