Francia, sparatoria su un treno: tre feriti

Fermato un nordafricano con diverse armi da fuoco a bordo

pubblicato il 21/08/2015 in Dal Mondo da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Attimi di terrore a bordo di un treno in transito da Amsterdam a Parigi, quando un uomo ha imbracciato un fucile da guerra e ha aperto il fuoco, ferendo tre persone.

E' ancora presto per affermare se la sparatoria avvenuta questa sera in Francia a bordo di un treno possa essere un attacco terroristico oppure il gesto di uno squilibrato. Secondo l'informazione francese un uomo, di ventisei anni e nazionalità marocchina, mentre stava viaggiando su un treno Thalys da Amsterdam e diretto a Parigi sopraggiunto intorno alla località di Arras ha aperto il fuoco a bordo con un fucile Kalashnikov, seminando il panico sul convoglio.

Due militari americani, appartenenti al corpo dei Marines,  che viaggiavano sul treno si sono avventati contro il nordafricano, riuscendo nell'intento di fermarlo ma non senza conseguenze. Nella collutazione entrambi sono rimasti feriti, insieme ad un cittadino britannico: uno è rimasto gravemente ferito da un colpo di pistola e l'altro da una coltellata.

L'uomo poi immobilizzato, ferito ma cosciente, è stato consegnato alla Polizia francese alla stazione di Arras, che secondo i media francesi ha poi scoperto nel suo bagaglio numerose munizioni e altre armi da fuoco.

Il Ministro dell'Interno d'oltralpe Cazeneuve ha elogiato i due militari statunitensi per il sangue freddo e lo sprezzo del pericolo: senza la loro compostezza avremmo avuto un grave incidente – aggiungendo poi – che alla luce dei fatti è troppo presto per parlare di una pista terroristica. Il Ministro si è recato ad Arras intrattenendosi poi con l'attore Jean-Hugues Anglade, rimasto leggermente ferito dalle schegge di un vetro rotto per suonare l'allarme del treno.

 

Di avviso diverso però il Primo Ministro belga Michel, che alla notizia ha parlato apertamente di attacco terroristico – secondo quanto riportato dalla BBC, e che il fatto avrebbe potuto tramutarsi in qualcosa di molto pesante, visto che a bordo del convoglio viaggiavano circa 554 persone.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password