Grecia: riaprono le banche

Si prevedono lunghe code agli sportelli e i prelievi continuano a essere limitati

pubblicato il 20/07/2015 in Dal Mondo da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Dopo gli accordi  raggiunti dal governo greco oggi si ha una riapertura della banche, l’inizio dell'aumento dell'iva per ristoranti e trasporti pubblici.  L'ordine di riapertura a è arrivato sabato dopo che erano state chiuse il 29 giugno per evitare il rischio di crollo del sistema legato al picco di prelievi di contante.

Il capo dell'associazione delle banche greche, Louka Katseli, si è rivolto ai cittadini chiedendo di depositare i soldi nei loro conti correnti : "Quando le banche riapriranno e la normalità sarà tornata, aiutiamo tutti quanti la nostra economia. Se tiriamo fuori il denaro dalle nostre casseforti e dalle nostre case, dove comunque non è al sicuro, e lo depositiamo nelle banche, rafforzeremo la liquidità dell'economia."

Una fonte della Banca Centrale ha fatto sapere che non si aspettano grandi problemi da questa riapertura, tranne lunghe code agli sportelli.   I greci potranno cumulare la quota di 60 euro prelevabili giornalmente e ritirare in una volta sola i 420 euro settimanali consentiti. La popolazione ppuò anche accedere alle  cassette di sicurezza e ritirare denaro senza carte di credito. Restano le restrizioni sui trasferimenti di denaro all'estero e altri controlli sui capitali. 

Alexis Tsipras  dopo il rimpasto di governo, deve ricompattare la propria maggioranza  in vista dell'avvio dei colloqui sul terzo pacchetto di salvataggio.  Mentre  il ministro dell'Interno, Nikos Voutsis, ha previsto elezioni anticipate per settembre o ottobre.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password