USA: attacco hacker ai danni degli Uffici Risorse Umane

La massiccia violazione sarebbe stata messa a segno da hacker cinesi

pubblicato il 05/06/2015 in Dal Mondo da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

WASHINGTON (USA) – Subìto un grave attacco telematico dagli uffici governativi. Si è verificata, infatti, una ‘massiccia violazione’ ai danni dei sistemi informatici di alcuni uffici federali americani. L’entità e la quantità delle informazioni sottratte attraverso questo attacco sono ancora da precisare, secondo quanto afferma la Associated Press. La stessa agenzia americana parla di un colpo all’ufficio risorse umane del governo a stelle e strisce.

Questa la versione ufficiale, intanto il Washington Post e il Wall Street Journal, attraverso fonti ‘informate’, hanno paventato l’ipotesi che l’intrusione sarebbe opera di hacker con sede in Cina. Tuttavia l’attacco non risulta essere recente, al contrario sarebbe stato messo a segno lo scorso dicembre ma solo oggi la notizia sarebbe stata resa pubblica. Il governo si sarebbe accorto solo il mese successivo della violazione attraverso l’utilizzo del sistema Einstein, una procedura dedicata proprio alla ricerca delle ‘cyber spie’. Il ritardo nella comunicazione è dovuto al fatto che una violazione di questo tipo potrebbe aver compromesso i dati di oltre quattro milioni (fonte Ansa) di dipendenti delle diverse agenzie federali.

EPISODI SIMILI – Gli esperti parlano di pochi episodi di questo tipo per la gravità dell’accaduto anche a causa del fatto che gli obiettivi sensibili di questo tipo di attacchi potrebbe coinvolgere anche gli uffici preposti alla concessione del nulla osta proprio a trattare temi sensibili. Intanto le agenzie statunitensi come l’FBI continuano le indagini ma i sospetti restano sugli hacker che agiscono dietro il governo cinese.
 

LA NUOVA GUERRA E' DIGITALE? – Già in passato l’intelligence americana aveva parlato della minaccia rappresentata dagli hacker dei paesi rivali come Cina, Russia, Corea del Nord e Iran. Gli obiettivi principali sarebbero le informazioni economiche e dati personali utili ai servizi segreti. Tuttavia anche gli americani hanno lanciato, nel corso del tempo, degli attacchi su vasta scala che non sempre si sono conclusi con successo.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password