Muore a 18 anni per un'overdose di caffeina in polvere

La tragedia negli Stati Uniti

pubblicato il 01/08/2014 in Dal Mondo da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

E' accaduto in Ohio, dove un ragazzo di 18 anni è deceduto in seguito ad un'overdose di caffeina in polvere. A lanciare l'allarme circa la pericolosità della sostanza, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense, che ha emesso un avviso mettendo in guardia i consumatori sui rischi della caffeina in polvere, la cui disponibilità si sta diffondendo su Internet. La FDA invita i genitori a stare attenti e ricorda che questi prodotti possono essere pericolosi. Si tratta di una polvere composta al 100% di polvere di caffeina, estremamente concentrata e difficile da dosare per evitare il rischio di sovradosaggio. Secondo la FDA, un cucchiaino equivale a 25 tazze di caffè, ma i suoi effetti sono amplificati. La caffeina in polvere, essendo classificata come un additivo alimentare, non è regolamentata e può essere venduta e acquistata tranquillamente su Internet. In realtà, è anche un potente stimolante che può provocare overdose accidentale anche in piccole quantità.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password