Bambini scambiano in classe pillole anticoncezionali per caramelle

L'episodio in una scuola elementare di Philadelphia

pubblicato il 01/05/2014 in Dal Mondo da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

Le autorità scolastiche hanno dovuto chiamare il soccorso medico alla Rudolph Blankenburg Elementary School di Philadelphia, dopo che un gruppo di bambini di circa 7 anni ha ingerito pillole anticoncezionali durante la ricreazione. Una maestra ha notato i bambini con la scatola contenente le pillole, e prima che potesse fermarli nove bambini hanno ingoiato delle pillole, ad altri tre ne hanno messa in bocca una senza deglutirla. Sembra che uno dei bambini avesse trovato la scatola a casa e, convinto che contenesse caramelle, ha pensato di portarla a scuola per condividere i “dolciumi” con i compagni. Le maestre hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Non è chiaro se i bambini abbiano accusato dei malori: il portavoce della scuola nega che qualche bambino sia stato male, e sostiene che la chiamata ai servizi di emergenza è stata a solo scopo precauzionale. Quel che è certo è che quando i medici sono arrivati hanno visitato i bambini e non hanno ritenuto necessario farli trasportare in ospedale o sottoporli a terapie. Le insegnanti, successivamente, hanno parlato con tutti i bambini per spiegare loro che le medicine possono essere pericolose, e le autorità scolastiche hanno inviato una lettera a tutti i genitori per invitarli a fare attenzione e a custodire i medicinali in modo attento. Tuttavia, alcune mamme non hanno preso per nulla bene l’incidente: “Non so dove abbiano preso le pillole, ma ritirerò i miei figli da questa scuola. Non ci voglio più avere a che fare”, spiega una mamma scioccata dall’episodio. Altri genitori, però, sostengono che questa è una reazione eccessiva: la scuola non può essere accusata del fatto che un bambino prenda a casa delle pillole, perchè è stata anche rapida a reagire al problema.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password