Con quello del Togo salgano a 26 consolati aperti in Sahara Marocchino

Per una soluzione politica al conflitto regionale attorno al Sahara Marocchino: Togo rinnova sostegno al piano d'autonomia presentato dal Marocco e all’esclusività dell’ONU sostenuta dall'Unione Africana.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 08/06/2022 in Dal Mondo da Belkassem Yassine
Condividi su:
Belkassem Yassine
Conferenza stampa congiunta a Rabat del ministro degli Esteri marocchino, Nasser Bourita, e il ministro degli Esteri del Togo, Robert Dussey.

Al termine dell'incontro tenutosi a margine della sua partecipazione alla prima Riunione ministeriale degli Stati africani atlantici, con il suo omologo ministro degli Esteri marocchino, Nasser Bourita, il ministro degli Esteri del Togo, Robert Dussey, ha annunciato martedì 6 giugno a Rabat la prossima apertura di un consolato generale del suo Paese a Dakhla. 
Così, il numero di consolati stranieri aperti nelle province sud sarà portato a 26 (14 a Dakhla e 12 a Laayoune). 
Si tratta di "un'ulteriore espressione del costante sostegno della Repubblica del Togo all'integrità territoriale del Regno del Marocco e dei forti legami che uniscono i due Capi di Stato, Sua Maestà il Re Mohammed VI e suo fratello, Sua Eccellenza Faure Gnassingbé, Presidente della Repubblica del Togo", ha detto il capo della diplomazia togolese rinnovando il sostegno del suo Paese al piano di autonomia del Sahara presentato dal Marocco e all’esclusività dell’ONU per la ricerca di una soluzione politica al conflitto regionale attorno al Sahara Marocchino, esclusività sostenuta dal summit dei Capi di Stato e Governo dell'Unione Africana nel 2018. 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password