Uccisa Shireen Abu Akleh di Al Jazeera a Jenin, la giornalista che raccontava gli scontri fra miliziani palestinesi ed esercito israeliano

pubblicato il 12/05/2022 in Dal Mondo da Emanuele Gulino
Condividi su:
Emanuele Gulino
Foto e Fonte Avvenire.it

Tel Aviv apre un'inchiesta.

L'autorità palestinese: "Gli israeliani prendono di mira i giornalisti per oscurare la verità"

E' stata colpita da spari alla testa nel corso di scontri  fra miliziani palestinesi ed esercito israeliano la giornalista di Al Jazeera, Shireen Abu Akleh, di 51 anni, in Cisgiordania. Con lei c'erano altri tre colleghi, tutti con elmetto, giubotto antiproiettile e pettorina di riconoscimento.

Radunati fuori dalla sua abitazione a Beit Hanina a Gerusalemme amici e colleghi.

Aveva 51 anni .

In Giordania si era laureata in giornalismo e nel 1997 aveva cominciato a lavorare per al-Jazeera, la prima all news araba costituita l'anno prima, e per l'emittente qatariota copriva i Territori palestinesi occupati.

La condanna dell'Unione Europea: essenziale un'indagine indipendente

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password