Nuova Carta degli Investimenti in Marocco

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 17/02/2022 in Dal Mondo da Marco Baratto
Condividi su:
Marco Baratto

La stampa marocchina ha rilanciato la notizia secondo cui "  Sua Maestà il Re Mohammed VI ha presieduto, il 16 febbraio 2022 presso la Residenza Reale di Bouznika, una sessione di lavoro dedicata alla nuova Carta degli investimenti. Nel corso di questa sessione, il Ministro Delegato al Capo del Governo incaricato delle politiche pubbliche di investimento, convergenza e valutazione ha presentato al Sovrano le linee principali del nuovo progetto di Carta degli investimenti. Il progetto, in linea con lo spirito e l'ambizione del Nuovo Modello di Sviluppo, si pone l'obiettivo di invertire l'attuale tendenza in cui l'investimento privato rappresenta solo quasi un terzo dell'investimento totale, l l'investimento pubblico rappresenta i due terzi. Prevede quindi di aumentare la quota degli investimenti privati ​​a due terzi degli investimenti totali entro il 2035. I principali obiettivi assegnati alla nuova Carta degli investimenti sono la creazione di posti di lavoro, la promozione di uno sviluppo equo dei territori e la definizione delle priorità dei settori promettenti per l'economia nazionale . tal fine, la bozza della nuova Carta prevede in particolare un principale meccanismo di supporto costituito da: - premi comuni, a sostegno degli investimenti in linea con le Linee Guida Alte Regi, gli obiettivi del Nuovo Modello di Sviluppo e le priorità fissate dal Governo;- un bonus territoriale aggiuntivo, volto a favorire gli investimenti nelle province svantaggiate; - un bonus di settore aggiuntivo, che concede incentivi nell'ottica del rilancio dei settori promettenti Il progetto prevede inoltre misure esclusive di sostegno a progetti di natura strategica come le industrie della difesa o l'industria farmaceutica , nell'ambito della Commissione Nazionale per gli Investimenti, nonché uno specifico meccanismo di sostegno destinato a piccoli, piccoli e medi imprese, oltre a un dispositivo per lo sviluppo degli investimenti marocchini all'estero. Sua Maestà il Re ha impartito le Istruzioni per la preparazione dei dettagli di attuazione della nuova Carta degli investimenti. Il Sovrano ha anche insistito sulla staffetta che il settore privato nazionale dovrebbe assumere in questo progetto, invitando il governo a coinvolgere attivamente gli operatori privati, tra cui il CGEM e il GPBM , nel processo di attuazione della Carta.Sua Maestà il Re ha anche ricordato che il rinnovamento dei meccanismi legali e di incentivazione rimane dipendente dalla loro corretta attuazione e dal regolare monitoraggio della loro esecuzione sul campo, al fine di dare una nuova dinamica agli investimenti privati ​​e di consacrare il Regno come terra privilegiata per investimenti su scala regionale e internazionale."

In Marocco vi è tanta voglia di investimenti italiani e dal canto suo il Regno può offrire la possibilità di sviluppo sia all’economia locale sia a quella del nostro Paese. Perdere questa occasione vuole dire perdere non solo il mercato del Marocco ma quello dell’intera africa .

 

Forum Lombardia Marocco

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password