Rafforzare i legami e le collaborazioni con il Marocco per risolvere le crisi nella regione Sahelo Sahariana

riflessione sulle comunicazioni fatte dall' ONG African Forum for Research and Studies on Human Rights

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 24/09/2021 in Dal Mondo da Marco Baratto
Condividi su:
Marco Baratto

" L'ONG African Forum for Research and Studies on Human Rights (AFORES) ha messo in guardia a Ginevra contro le attività di membri del Polisario reclutati da gruppi armati e jihadisti come mercenari che operano nella regione del Sahelo-Sahariana 

Durante un dialogo interattivo con il Gruppo di lavoro sui mercenari organizzato mercoledì nell'ambito della 48a sessione del Consiglio dei diritti umani (HRC),  il presidente di AFORES, Zine El Abidine El Ouali, ha sottolineato il legame tra il Polisario e il forze armate forze armate e gruppi jihadisti che pattugliano la regione del Sahel , rilevando che "l'invio di mercenari da parte del Polisario e dei servizi algerini è stato ancora una volta illustrato dalla neutralizzazione da parte dell'esercito francese in Mali del terrorista noto come Adnane Abou al Walid , formati insieme a molti altri giovani nei campi di Tindouf dalla sicurezza algerina prima di inviarli nel nord del Mali per servire i loro macabri piani in questa regione già instabile. rapimento di oppositori della dirigenza del Polisario, pratiche di tortura nelle carceri e diversione degli aiuti umanitari, sottolineando la piena responsabilità dell'Algeria in questi crimini "

La notizia ripresa dai principali siti di informazione rileva la necessità di una maggiore attenzione verso le forze separatiste che operano in Marocco sotto due punti di vista: Il primo,  in quanto orami sempre più nazioni , a partire dagli Stati Uniti, riconoscono la piena e legittima sovranità del Regno sulle provincie meridionali e questo mette in seria difficoltà le forze che si oppongono a questa situazione .

La seconda che occorre da parte dell'Unione Europea rafforzare i legami e le collaborazioni con il Marocco per risolvere le crisi nella regione Sahelo Sahariana . Il Modello messo in campo dalla diplomazia marocchina nella vicenda libica potrebbe essere un sistema replicabile anche nel settorie dell'Africa Sub Saharaiana spegnendo sul nascere ogni forma di istabilità sul quale si innesta la mala pianta del terrorismo internazionale 


 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password