Lutto nel Regno Unito, si è spento il Principe Filippo

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 09/04/2021 in Dal Mondo da Sonia D’Amico
Condividi su:
Sonia D’Amico

Lutto nel Regno Unito dove oggi 9 Aprile 2021, è stata diffusa la notizia della morte del Principe Filippo, Duca di Edimburgo. Il marito della Regina Elisabetta d'Inghilterra aveva 99 anni e da tempo aveva problemi di salute. Nell'ultimo periodo era stato ricoverato per settimane a causa di alcune complicazioni cardiache. L'annuncio è arrivato direttamente dalla famiglia reale inglese: "È con grande dispiacere che sua Maestà la Regina ha annunciato la morte dell'amato marito, sua altezza reale il principe Filippo, duca di Edimburgo. È deceduto questa mattina al castello di Windsor", si legge nella nota. Ma è apparso anche incorniciato e appeso sul cancello di Buckingham Palace, a Londra. Nel testo si legge che "Sua altezza reale è morto in pace questa mattina al castello di Windsor". Avrebbe compiuto 100 anni a giugno.

Intanto, sono apparse bandiere a mezz'asta a Buckingham Palace e sono stati decretati 8 giorni di lutto in tutto il Regno Unito.

Classe 1921, il principe Filippo Mountbatten, duca di Edimburgo è nato principe di Grecia ed era nipote del re di Grecia Costantino I. La sua vita è cambiata dopo il matrimonio con Elisabetta, futura regina d'Inghilterra. Le nozze vennero celebrate nel 1947: Filippo rinunciò ai suoi titoli regali greci e danesi, nonché alle sue pretese sul trono greco, oltre a convertirsi dalla religione ortodossa a quella anglicana. Dall'unione con la sovrana britannica, durata oltre 70 anni, sono nati quattro figli: Carlo, Anna, Edoardo e Andrea. Nonno dei principi Harry e William, si era ritirato dalla vita pubblica e dagli impegni ufficiali nel 2017 e, di recente, di rado è comparso in pubblico. L'ultima volta, prima di essere fotografato all'uscita dalla clinica, risaliva a una cerimonia militare a luglio, a Buckingham Palace. Nel corso del lockdown per il Coronavirus in Inghilterra Filippo ha vissuto nel castello di Windsor, a ovest di Londra, insieme alla regina e una ristretta cerchia di personale e collaboratori. Dalla residenza la monarca ha per mesi assolto da remoto ai propri doveri ufficiali, come gli incontri con i dignitari. La coppia ha ricevuto il vaccino contro il Covid-19 all'inizio del mese di gennaio.

Negli ultimi tempi la sua salute aveva subito una serie di contraccolpi. Dopo un ricovero a Londra durato 28 giorni per una condizione cardiaca preesistente, il principe Filippo ha trascorso i suoi ultimi giorni al Castello di Windsor con la moglie. Fino alla sua morte, Filippo è stato il consorte più longevo nella storia della monarchia britannica e il partner più anziano di un monarca regnante. Parlando del loro amore nel suo discorso per il Giubileo di diamante al Parlamento nel 2012, Elisabetta ha detto: "Durante questi anni come vostra regina, il sostegno della mia famiglia, attraverso le generazioni, è stato oltre misura. Il principe Filippo è, credo, famoso per aver rifiutato complimenti di qualsiasi tipo. Ma per tutto il tempo è stato una forza e una guida costanti".

Un discreto numero di persone si è radunato a Buckingham Palace dopo la notizia della morte del principe Filippo, deceduto a 99 anni. La polizia ha cercato di tenere tutti socialmente distanziati, mentre si creava una lunga coda per deporre fiori di fronte al cancello del palazzo londinese e per vedere l’avviso di morte ufficiale.

La Famiglia Reale, però, con un tweet ha fatto sapere di aver aperto un “libro di condoglianze” online, sottolineando che “a causa della situazione sanitaria” il pubblico non potrà firmare i “libri di condoglianze”. Per questo, continua il cinguettio, “i cittadini considerino la possibilità di fare una donazione a un ente di beneficenza invece di lasciare omaggi floreali in memoria del Duca”. Nonostante l’invito però sono stati diversi i cittadini che, tra Windsor e Buckingham Palace, hanno comunque voluto rendere omaggio al marito della Regina Elisabetta con un mazzo di fiori.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password