A pochi mesi dal Mondiale, giornalista colpito e ucciso da un petardo in Brasile

È successo a Rio de Janeiro durante le proteste per l'aumento dei prezzi

pubblicato il 10/02/2014 in Dal Mondo da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

Santiago Andrade, reporter brasiliano della tv Bandierantes è morto giovedì scorso dopo essere stato colpito in testa da un potente petardo lanciato dai manifestanti a Rio de Janeiro durante una protesta per l'aumento dei biglietti per il trasporto pubblico.

Il giornalista stava riprendendo le proteste quando un petardo, precedemente lanciato, è 'partito' da terra prendendolo in pieno causandogli lo sfondamento del cranio. Un collega è riuscito a fotografare il manifestante che avrebbe lanciato il petardo. La polizia ha così fermato un 17enne che ha ammesso, però, di aver 'passato' il petardo a un altro amico che lo ha lanciato.

L'episodio riaccende le polemiche per l'assenza delle condizioni di sicurezza a pochi mesi dai Mondiali. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password