Cipro: finita l’odissea del volo dell’Egyptair

Le forze speciali erano pronte ad intervenire ma il dirottatore si è arreso

pubblicato il 29/03/2016 in Dal Mondo da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

CIPRO – ‘E’ finita. Il dirottatore è stato arrestato’. Queste le parole riportate attraverso un tweet il Ministero degli Esteri Cipriota in relazione ai fatti avvenuti questa mattina a causa di un dirottatore che, minacciando il pilota, avrebbe deviato appunto la rotta di un airbus della Egyptair verso Istanbul.

81 i passeggeri a bordo del mezzo dirottato da un egiziano, Sedif Eldin Mustafa che, dopo ore di trattative, si è arreso ed è sceso con le mani in alto per essere arrestato.
Confuse le prime notizie che erano state diramate: qualcuno parlava di una cintura esplosiva in possesso dell’uomo, altri di un dirottamento per motivi personali; altri ancora che avrebbe chiesto il rilascio di prigioniere egiziane. Solo quando l’uomo ha abbandonato l’areo si è capito che non indossava alcuna cintura anche se le forze speciali egiziane erano già pronte ad assaltare il veivolo.

Il volo era partito da Alessandria ed è atterrato a Larnaca (Cipro) a causa della scarsa quantità di carburante che non avrebbe permesso ai passeggeri di poter atterrare a Istambul.
A bordo anche un italiano, Andrea Bianchetti, rilasciato già nel corso delle prime trattative tenute in mattinata.

LE RICHIESTE UFFICIALI – Nel corso del sequestro il dirottatore avrebbe chiesto, secondo quanto battuto dall’Ansa, di parlare con la ex moglie prima di richiedere la liberazione di alcune detenute egiziane. Un solo commento colpisce l’opinione pubblica, quello di uno dei funzionario del ministero degli esteri egiziano che ha definito l’uomo un idiota e non un terrorista.

La situazione per fortuna è parsa sempre sotto controllo anche nel corso delle trattative, la vera paura è stata rappresentata da uno scambio di persona da parte delle autorità che pensavano di avere a che fare con  Ibrahi Samaha come all’inizio invece si era pensato.

Foto giornalettissimo

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password