Disastro alla Vancouver Marathon 2015: poliziotti fermano i corridori con i semafori

Un video di un appassionato locale mostra un vero e proprio pasticcio organizzativo

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 12/05/2015 in Curiosità da saverio fontana
Condividi su:
saverio fontana

Un video di un appassionato locale mostra un vero e proprio pasticcio organizzativo avvenuto nel corso della Vancouver Marathon 2015: i vigili impegnati a presidiare gli incroci della gara hanno infatti fermato i runners con una “cadenza semaforica”, 90 secondi di “verde” e 45″ di “rosso”, al fine di regolare il traffico veicolare con tutte le controindicazioni che lasciamo all’immaginazione.

L’organizzazione ha dichiarato che le procedure di regolazione del traffico non sono andate come da accordi.

Subito spicca una coincidenza con le gare nostrane dove a differenza dei volontari, spesso atleti, i vigili essendo fuori da un’ottica sportiva ed organizzativa non riescono sempre a cogliere al meglio la situazione non andando a privilegiare il “blocco stradale” spesso imposto da ordinanze comunali.

Da notare invece due fatti in netto contrasto con l’Italia: quando gli atleti “bloccano” le vetture non si notano strombazzate di clacson o urla degli automobilisti inferociti, quando invece sono i runners ad essere fermati nessuno di loro tenta di “forzare” il blocco che in questo caso, secondo il reporter effettuato in almeno 6 incroci, è potuto costare ai partecipanti alcuni minuti sul crono finale.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password