Rocco Siffredi e Raf: i due “quasi fratelli” alla ribalta

Un 2015 televisivo per il porno divo Rocco e il cantante di "Battito animale".

pubblicato il 13/02/2015 in Curiosità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

Una leggenda metropolitana narra che l'attore hard Rocco Siffredi e il cantante Raf siano fratelli. Non c'è mai stata però conferma da parte loro di una possibile parentela, magari di terzo, quarto o quinto grado. Eppure i più curiosi e appassionati di gossip, preferiscono credere che tra i due vip ci sia di più in comune che una buona carriera alle spalle, sarebbero addirittura fratelli, cioè figli della stessa madre. Aldilà di questioni frivole anche se curiose, a cui si dovrebbe dare comunque la poca l'importanza che meritano, ad accomunare Rocco e Raf  oggi è il ritorno sul piccolo schermo, uno sul palco di Sanremo e l'altro sull'isola dei vip, condotta da Alessia Marcuzzi su canale 5.

Raf, pseudonimo di Raffaele Riefoli, non saliva sul palco  dell'Ariston da anni, la prima volta è stata nel 1988, quando portò il brano “Meritevole follia”. Ci provò anche l'anno successivo con “Cosa resterà degli anni 80”, nello stesso album era contenuto il singolo “Ti pretendo”, vincitore del Festivalbar nel 1989. Nelle interviste rilasciate questi giorni, visto il suo ritorno a Sanremo, ha detto che, ormai 55 enne, affronta l'esperienza sanremese in modo diverso, con meno oppressione e tensione rispetto a quando era giovane.
Canta, in questa edizione del Festival di Sanremo condotta da Carlo Conti, il brano “Come una favola”, il singolo che anticipa l'uscita ad aprile del suo nuovo album dalle sonorità americane, a distanza di tre anni dal suo precedente lavoro “Numeri”.
Raf si rimette in gioco, riconoscendo però quanto sia cambiata la televisione dagli anni 80, e di conseguenza anche lo stesso Festiva di Sanremo, adattato inevitabilmente ai tempi dove i talent sfornano futuri vincitori dell'Ariston.

Ed in una società cambiata, oltre ai talent, svolgono un ruolo prepotente nei palinsesti televisivi anche i reality. Tra modelle mozzafiato, concorrenti di gare culinarie, attori e sportivi, quest'anno è entrato come personaggio chiave della decima edizione dell'Isola dei Famosi, il porno divo Rocco Siffredi. A differenza del sosia Raf, di cui tutti possono canticchiare i successi discografici, non altrettanto si può dire di Rocco, il cui mestiere ha logicamente un pubblico più mirato.
Ma per tutti, appassionati o meno del genere, il suo nome è diventato il simbolo della pornografia italiana. Oggi, sposato e con due figli, si cimenta in una nuova esperienza che mettera alla prova il suo libido da sempre poco trattenuto.

Se da un lato abbiamo un cantante che partecipa al programma televisivo simbolo della tradizione della musica italiana, e dall'altro abbiamo il nuovo trash e lo spetteguless più sfrenato, entrambe le trasmissioni riscuotono però grande successo tra il pubblico italiano, che resta incollato di fronte allo schermo della tv sino a notte tarda. Ma d'altronde oggi ogni mezzo è buono per avere visibilità e fama, e la tv è il veicolo per tornare alla ribalta dopo anni, lo sa bene ad esempio l'attrice Catherine Spaak.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password