Turchia: inferno in miniera. Almeno 200 morti, oltre 300 uomini in trappola

E' salito ad almeno 201 morti il bilancio del massacro provocato da un'esplosione avvenuta ieri sera nella miniera di carbone di Soma, in Turchia

pubblicato il 14/05/2014 in Curiosità
Condividi su:

A stilare il nuovo drammatico bilancio delle vittime uccise da un'esplosione verificatasi in una miniera di carbone vicino a Soma, ieri sera, è il ministro dell'Energia Taner Yildiz. 201 sarebbero i morti e altri 300 operai sono ancora intrappolati. Ottanta i minatori soccorsi, quattro di loro sono stati portati in ospedale in gravi condizioni. Tra i corpi recuperati c'è anche quello di un 15enne, Kemal Yildiz.

Per i soccorritori è una lotta contro il tempo, poiché i lavoratori sono sì dotati di maschere antigas, ma l'autonomia delle attrezzature è molto bassa, qualche ora al massimo. Il timore è che gli operai siamo morti per l'assenza di ossigeno o schiacciati dalle macerie provocate dalla detonazione nata in seguito a un cortocircuito.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password