Gérard Depardieu Parigi – l’attore francese si è convertito all’Ortodossia

Gérard Depardieu Parigi – l’attore francese si è convertito all’Ortodossia

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 15/09/2021 in Curiosità da Filippo Ortenzi
Condividi su:
Filippo Ortenzi

Gèrard Xavier Marcel Depardieu, nato a Châteauroux, nella regione francese della Valle della Loira il 27 dicembre 1948, è uno dei più famosi attori e produttori cinematografici d’oltralpe. Nella sua carriera è stato protagonista di numerosi film, il più noto dei quali è il Cyrano de Bergerc (per il quale ha vinto quale miglior attore protagonista il Festival di Cannes del 1990, il Premio César nel 1991 e fu  candidato al premio Oscar quale miglior attore protagonista nel 1991), ha ottenuto altri premi come miglior attore protagonista con i film L’ultimo metrò (Premio Cèsar 1981) e Police (Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile alla 42.ma Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia 1985), ha vinto altresì il Golden Globe nel 1991 per il film Matrimonio di convenienza e il Leone d’Oro alla carriera a Venezia nel 1997. Tra gli altri riconoscimenti ricordiamo che nel 1991 gli fu dedicato un asteroide (19999 Depardieu) sito nella Fascia degli asteroidi tra Marte e Giove e di essere stato insignito dell’Ordine della Legion d’Onore nel 1996.

Nato in una famiglia cattolica, laica e di sinistra, non è stato mai battezzato e, nell’ambiente del cinema francese, al pari della maggioranza degli altri attori aveva sposato idee di sinistra, anti-occidentali e terzomondiste che lo portarono, nel 1970 a convertirsi all’Islam, religione abbandonata due anni dopo, e ha subire la fascinazione delle spiritualità orientali quali buddhismo e induismo, senza mai formalmente aderire ad alcuna denominazione religiosa. Unica costante nella sua vita, l’avversione alla Chiesa Cattolica. Col tempo ha modificato le proprie idee politiche, abbandonando la sinistra anti-cristiana, antinazionale e filo-islamica e avvicinandosi alla destra sovranista, tanto che nel 2017 ha appoggiato alle presidenziali Marine Le Pen del Rassemblement National contro il candidato liberal Emmanuel Macron di La Rèpublique en Marche e nel 2019 i gilet gialliAppassionato dalla Russia nel 2013 gli fu concessa da Valdimir Putin la cittadinanza russa, e a causa di ciò è stato inserito nel 2015 tra le persone a cui è vietato l’ingresso nella Repubblica dell’Ucraina. Come è in uso nell’ortodossia, l’attore in Russia si è affidato ad un Padre Spirituale, ed è stato personalmente seguito nel suo percorso di conversione da Padre Tikho Chevkunov, conosciuto per essere il confessore personale del presidente russo Vladimir Putin. A 71 anni, finito il periodo di catecumenato, è stato battezzato il 4 settembre scorso, a Parigi, nella Cattedrale ortodossa russa di Saint-Alexandre-Nevsky. Il battesimo dell’attore è stato fatto per aspersione e non per immersione perché, causa la mole, il battistero della cattedrale era piccolo. Va ricordato che, al contrario di quanto affermato da talune chiese ortodosse fondamentaliste paleoimerologhiti, il battesimo per aspersione è perfettamente ortodosso perché già previsto nella Didachè in epoca apostolica.

Al contrario di esponenti del cinema quali Omar Sharif (nato cattolico), della musica: Janet Jackson, Ice Cube, Snoop Dogg .. e dello sport, come i pugili Cassius Clay Miki Tyson che hanno abbandonato il protestantesimo o il cattolicesimo per l’Islam, l’Ortodossia, negli ultimi anni sta suscitando una forte fascinazione nel mondo dello spettacolo. Molti ignorano, ad esempio, che il famoso attore americano Charles Bronson si era convertito all’ortodossia, così come il cantante raggee giamaicano Bob Marleyex rastafariano. Tra gli altri attori convertitesi all’ortodossia ricordiamo le attrici americane Jennifer Ariston, Tyna FreyRita Amy SedarisShawnee Smith (anche cantante ed ex avventista), Lana WoodMilla Jovovich …; gli attori americani Tom Hanks, Jim Belushi, Cari-Hiroyki Tagawa, Michael Chiklis, John Stamos …; i cantanti e musicistiAdam Aminé Daniel (rapper d’origine etiope), Yuri Shervchuk, il cantante inglese dei Depeche Mode David Gahan e la cantante Katie Melua, il cantante d’origine ebraica Chris Hillman dei I Byrd, il pianista d’origine svizzero-alzsaziana Alexandre Frey, il compositore statunitense John Craton, i compositoringlesi Ivan Moody sir Jon Kenneth Taveneril musicista jazz afro-americano Kalil Amar Wilson ecc; artisti come Gala Dalì (modella e moglie di Salvador Dali) e sportivi come i campioni Marcus Stoinis (Australia – cricket), Milan Lucic (Canada – hockey), Andre Agassi (americano d’origine iraniana – tennis), Jeff George (USA – quaterback di Football americano) ecc. In Italia tra coloro che si sono convertiti alla Chiesa Ortodossa Italiana ricordiamo Alessandro D’Agostini, noto poeta e artista, fondatore del Movimento Poeti d’Azione, il compositore dott. Ubaldo Sterlicchio, ex generale della Polizia Stradale e il nobile cavalier Francesco Russo di Cortimpiano, noto poeta, scrittore ed innografo sia in italiano che in napoletano.

Mons. Filippo Ortenzi

Chiesa Ortodossa Italiana

Via Appia Nuova n. 612  – 00179 ROMA

telefono: +39 0621119875 – email: chiesaortodossaitaliana@gmail.com

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password