Città imperdibili nel 2017: è la rivincita dei piccoli centri

Nella classifica stilata da Skyskanner anche due centri abruzzesi

pubblicato il 17/02/2017 in Curiosità da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo
Foto SkySkanner

CURIOSITA’ – In questi giorni uno dei siti più blasonati di viaggi e vacanze ha stilato una classifica delle 17 città da non perdere nel 2017. Tra le classiche metropoli come Roma, Milano e Verona ricche di storia e tradizioni spuntano però piccoli centri o comunque di dimensioni ridotte rispetto alle città appena citate.
Nella classifica, tuttavia, nulla è stato lasciato al caso visto che si è pensato di valorizzare ogni anfratto della nostra penisola, dal mare alle montagne passando per i laghi, i parchi e le colline, festival, centri storici particolari e caratteristici, quartieri trendy o eremi isolati dove rilassarsi.
Ma ecco a voi la classifica:

Verona – Tra i vicoli che furono ‘galeotti’ per Romeo e Giulietta ci si potrà immergere in un ambiente particolare e variegato, caratterizzato da strade chiassose, le piazze assolate e l'atmosfera rilassata. Tanti gli eventi da seguire prima di visitare l’Arena di Verona.

Pistoia – Interessante invece, della città toscana, il festival del Blues affiancato alla Cattedrale di San Zeno e il Battistero. Inoltre fa sicuramente piacere pensare che Pistoia sarà capitale della cultura nel 2017 che offre anche un ottimo spaccato della tradizione culinaria toscana.

Vasto – Ecco il primo centro di media grandezza che arriva di diritto nella classifica. Ridente città del basso Abruzzo carica di storia e di tradizioni locali. Punta Aderci, i trabocchi i punti di maggior interesse sul litorale ma anche il centro storico con il Castello Caldoresco la Chiesa di Santa Marina Maggiore, quella di Maria del Carmine, la Cattedrale di San Giuseppe e il Palazzo d’Avalos offre una meravigliosa passeggiata tra le viuzze della città. I concerti: il Siren festival – di importanza nazionale – ma prima di andare a guardarlo d’obbligo una cena romantica su uno dei trabocchi affacciati sul mare.

Ai piedi del podio Treviso (la città con la strada del Prosecco) e Taormina che rappresenta pienamente lo spirito siciliano caratterizzato da incroci e incontri di varie tradizioni. Ancora Sicilia al sesto posto con Tindari (provincia di Messina), ‘un piccolo Eden’ come lo definiscono anche su SkyScanner. Il teatro Greco è di certo uno dei punti fissi da visitare. Immancabile poi la città eterna, Roma, con la sua storia e la sua sconvolgente bellezza. Dopo la capitale si ferma la città con una delle prime università italiane: Bologna.

Settima invece un’altra toscana: Lucca, città di Giacomo Puccini, seguita da Cleto (siamo in Calabria, provincia di Cosenza) che è un vero e proprio borgo incantato tra i colli calabresi.

Dal sud al nord con Viareggio che si classifica in undici posizione con il suo carnevale ormai famoso in tutto il mondo. Solo dodicesima Padova, la città di Sant’Antonio che offre al turista la Cappella degli Scrovegni e la Basilica che si classifica immediatamente prima di Milano, con la Pinacoteca di Brera, il Cenacolo di Leonardo e il Castello Sforzesco.

Chiudiamo velocemente con l’elenco delle ultime città della classifica: la pugliese Vieste con il suo mare è in quattordicesima posizione, seguita dalla Serenissima Venezia.

Nettamente diversa la città che occupa il sedicesima posto in questa speciale classifica: l’abruzzese Cocullo che ogni anno, all’inizio di maggio offre la sfilata dei Serpari in occasione di San Domenico, quando le vie del paese si riempiono di serpi che si avvolgono attorno ai partecipanti e alla statua del santo.
Ultima posizione infine quella occupate da Foligno (Lu centro de lu munnu) con le sue tradizioni e il suo meraviglioso centro storico.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password