Una messa a ritmo di Metal? L'idea di un gruppo di evangelici brasiliani

In Brasile la strana idea della musica ‘demoniaca’ in chiesa

pubblicato il 26/01/2017 in Curiosità da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo
Immagine da video

CURIOSITA’ – Vi sarà capitato di sentir contrapporre la musica Heavy Metal alla religione. Infatti molto spesso questo genere musicale viene additato come la musica del demonio, tuttavia dal Brasile arriva un’idea particolare che potrebbe far storcere il muso ai credenti più o meno integralisti.

Infatti, proprio a San Paolo, si è pensato di promuovere la parola divina all’intero della Crash Church, una chiesa di culto evangelico frequentata da un numero importante di fan del metal che hanno pensato di adorare l’altissimo proprio usando la loro musica preferita.

Il locale, un grande garage che somiglia più ad un locale adibito ai concerti che un luogo di culto, frequentato da ragazzi ‘affrescati’ da tatuaggi – anche ispirati dalla Bibbia – e che, al posto del più brutale cilicio, indossano piercing e vestono di nero.

Il pastore, Antonio Carlos Batista – che ha ricevuto tardi la vocazione e dopo una lunga ‘carriera’ negli ambienti frequentati dai fans del genere –,  ovviamente non veste gli abiti da ecclesiastico, al contrario pronuncia i suoi sermoni e legge la Bibbia in jeans, magliette e scarpe da ginnastica inserendo, tra una frase e l’altra, brani metal.

Il vero intento è quello di superare le barriere, come ripete spesso Antonio Batista, che impongono una netta divisione sociale tra la popolazione. Una sorta di superamento della psicologia che porta spesso i suoi ‘parrocchiani’ ad essere additati di satanismo ma, nonostante gli sforzi, lo stesso Batista è stato vittima, qualche anno fa, di un tentato omicidio da parte di una ragazza che si era difesa giustificando l’aggressione con il suo odio verso la religione e il lavoro svolto dal pastore.

Se non credete a questa storia o se non riuscite a capacitarvi che una simile idea possa davvero esistere vi invitiamo a guardare il video che segue facilmente rintracciabile su Youtube.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password