Venezia: Rubano 60 uova di Pasqua destinate in beneficenza nel parcheggio del cimitero a una donna che era in visita alla sua bimba di 9 anni

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 29/03/2021 in Cronaca da Sonia D’Amico
Condividi su:
Sonia D’Amico

Venezia, si reca al cimitero per trovare la figlia e le rubano dalla macchina 60 uova di Pasqua per beneficenza...

"Un gesto triste, squallido, misero. Se chi ha commesso il furto ha un cuore, le restituisca", è l'appello della donna.

Lo scopo della vendita è quello di sostenere l'hospice pediatrico Braccio di Ferro Rfe di Padova sono state rubate da una macchina parcheggiata davanti al cimitero di Malcontenta, frazione di Mira, in provincia di Venezia. A denunciare il fatto su Facebook la proprietaria dell'auto, Federica Toffanin, mamma di Lavinia Zanda, una bimba morta a 8 anni per una malattia rara nell'agosto dell'anno scorso, che aveva appena fatto visita alla tomba della figlia. Dopo la denuncia della donna, è partita la gara di solidarietà per ricomprare le uova: un benefattore si è offerto di acquistarle tutte.

"Se chi ha commesso il furto ha un cuore, restituisca le 60 uova. Sono state comprate e vengono vendute per aiutare i bambini in difficoltà. Invitiamo tutti a stare attenti a non cadere in possibili truffe portate a termine grazie alle uova con la carta gialla che sono state rubate", è l’appello della donna, lanciato tramite La Nuova Venezia.

Dopo la denuncia della donna, è partita la gara di solidarietà per ricomprare le uova. Come riporta Il Gazzettino, un agente immobiliare di Mirano si è offerto di acquistarle tutte. Sono inoltre stati donati migliaia di euro da centinaia di benefattori.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password