Aeroporto Minniti. UGL: "Insufficiente per l’area dello stretto"

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 04/09/2019 in Cronaca da Filippo Virzì
Condividi su:
Filippo Virzì

Un volo Alitalia partito da Roma e diretto a Reggio Calabria è stato costretto a far rotta su Lamezia Terme .

“L’ennesimo episodio che evidenzia le difficoltà relative alla chiusura della Torre di Controllo dello scalo reggino ed ai collegamenti aerei da e per lo Stretto di Messina -lo dichiarano Domenico De Cosimo Segretario Regionale Ugl T.A. e Ninni Petrella responsabile dipartimento Trasporto Aereo Ugl Sicilia”.

La causa sarebbe dovuta ad un errore di Alitalia che non ha considerato che l’atterraggio sarebbe avvenuto oltre l’una di notte non permettendo così ad ENAV (la Società che gestisce il controllo del traffico aereo in Italia) di organizzarsi in tempo . Infatti, l’aeroporto di Reggio effettua il servizio di assistenza al decollo e all’atterraggio solo H18.

”È nostra opinione -  aggiunge Petrella, – che l’aeroporto che serve l’intera Area dello Stretto debba garantire un servizio completo H24 nei periodi di picco come quello estivo”. “Auspichiamo, pertanto, conclude De Cosimo che le autorità preposte rivedano le proprie scelte in merito a quello che l’utenza sia calabrese che siciliana considera un vero e proprio disservizio soprattutto considerando l’importanza dell’area dello Stretto messinese”.

  • Argomenti:

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza