Nasce il “Premio Maccarese Ambiente”: per promuovere le storie di sostenibilità, riqualificazione del territorio e tradizione culinaria.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 26/06/2021 in Costume e società da Claudio di Salvo
Condividi su:
Claudio di Salvo

Maccarese e WWF, insieme da 35 anni per la salvaguardia della Riserva naturale del litorale romano, a partire dal 2021, premieranno le realtà che si distinguono per la capacitàdi difendere, ma anche investire sul territorio, creando bellezza e ricchezza a disposizione di tutti.

 

Il 23 Giugno 2021, a poca distanza dalla Giornata mondiale dell’Ambiente e nell’anno che segna l’inizio della transizione ecologica, è stata inaugurata la prima edizione del Premio Maccarese Ambiente 2021, promosso da Maccarese Spa in collaborazione con il WWF.

 

La location è già esempio vincente di rinascita del territorio: il Borgo medievale di Maccarese, completamente riqualificato e presentato al pubblico a Giugno 2020, con il Castello di San Giorgio, le quattro oasi naturalistiche date in gestione al WWF, i paesaggi rurali a ridosso del mare,la piazzetta delle antiche botteghe diventata polo gastronomico in mano a giovani di talento, concretizza l’idea, nata circa 20 anni fa, di ridare a questi luoghi un ruolo centrale nella vita della società.

 

 L’eleganza scenografica delle sale e del giardino del Castello di San Giorgio ha reso la cerimonia di premiazione unica ed esclusiva. 

Il tema principale è stato quello della sostenibilità, declinato in tutti i suoi aspetti: rispetto dell’ambiente, aumento dell’efficienza, riduzione dei costi e dei consumi energetici e utilizzo razionale delle risorse naturali.

 

Per la capacità di utilizzare ad arte le materie prime del territorio nella creazione dei loro piatti, la giuria di esperti ha deciso di assegnare il premio 2021 all’Associazione di chef del litorale “Periferia Iodata”,presieduta da Gianfranco Pascucci, del ristorante al Porticciolo di Fiumicino, al quale - nel 2012 - è stata assegnata la prestigiosa stella Michelin. Vanta inoltre tre forchette nella Guida Gambero Rosso, tre cappelli sulla Guida Ristoranti L’Espresso ed è stato premiato come miglior ristorante di pesce d'Italia, sempre per l'Espresso.

 

 Fanno parte dell’Associazione anche lo chef Marco Claroni, patron dell’Osteria dell’Orologio - situata nel cuore di Fiumicino, nel noto edificio progettato dall’architetto Valadier -e Beniamino Gilli, chef della Baia Fregene, famoso per il binomio pesce e bollicine.

 

 Ha presentato la premiazione Daniela Ferolla, giornalista e conduttrice di Rai Uno,ormai la “Lady Green” della tv italiana, grazie al programma Linea Verde, che conduce con successo portando i telespettatori alla scoperta delle realtà d’Italia più sostenibili e smart.

 

Al termine della cerimonia di consegna, tra tavole imbandite, sedute, griglie e fuochi, gli chef hanno dato prova della loro arte nel valorizzare la biodiversità del territorio in cucina con uno showcooking d’eccezione: Gianfranco Pascucci ha preparato del pesce alla griglia con le erbe raccolte nell’Oasi di Macchiagrande e un gelato con il latte “a metro zero” della Maccarese S.p.A.

 

Ad arricchire il menù,i famosi fish-burger dello chef Beniamino Gilli. Non è mancato l’accompagnamento del vino, rigorosamente laziale.

 

Maccarese Spa rafforza ancora di più il proprio impegno a perseguire un modello di agricoltura innovativa, votata al New Green Deal europeo e in grado di integrare profondamente gli interessi delle persone, dell'ambiente e del territorio, adottando lo status di “Società Benefit” e inserendo questo impegno all'interno del proprio statuto.

Si definiscono “Società Benefit” quelle aziende che nell’esercizio di una attività economica, perseguono una o più finalità di beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti e associazioni.

 

Maccarese integra infatti nella propria attività aziendale alcune finalità indirizzate al benessere della comunità e al territorio di riferimento, in particolare si concentrerà sulla:

• promozione di pratiche agricole particolarmente attente al territorio e alla salvaguardia e beneficio dell’ambiente, come il riutilizzo di materiali derivantidall’attività zootecnica e agricola per la generazione di energia ad uso interno attraverso impianti di biogas;

• valorizzazione di aree ad alta valenza naturalistica nonché la cura e la manutenzione delle aree verdi comunalinella località di Maccarese con la concessione gratuita al WWF di 500 ettari di macchia umida delle oasi e vasche naturalistiche di Maccarese,al fine della libera fruizione da parte dei visitatori nella consapevolezza che le aree verdi e di altra natura contribuiscono al benessere generale del territorio e della comunità;

• riscoperta, promozione e fruizione dei siti storico-culturali e aree di proprietà esclusiva della Società per finalità culturali,formative e ricreative come ad esempio rendere possibili visite guidate nel vivaio e nel Castello e Chiesetta di San Giorgio, l’accesso gratuito a studiosi e accademici all’Archivio Storico di Maccarese che racchiude la storia dell’azienda e del territorio per un arco cronologico che va dalla fine degli anni venti agli anni novanta del Novecento;

 

• divulgazione formativa di pratiche agricole innovative e di ricerca, grazie allo sviluppo di un polo di formazione agro-zootecnica,incentivando le collaborazioni con l’università eistituti tecnici per l’avviamento dei giovani nel mondo del lavoro.

 

 

 

 

ABOUT

MACCARESE SPA 

Nata negli anni '30, dopo aver bonificato l’area su cui si erge (3.200 ettari pianeggianti)è una delle aziende agricole più estese d’Italia. Tra le prime ad aver portato avanti gli obiettivi e le opportunità dell’economia green, ha dimostrato negli anniunlargo impegno nel campo della responsabilità sociale.La storia dell’azienda agricola Maccarese è costellata di primati ed è legata a filo doppio alla nascita del borgo stesso, alla sua riqualificazione e alla tutela di quattro oasi ora gestite dal WWF.Essa è un esempio di economia circolare e grazie all’impianto fotovoltaico, due impianti di biogas e alla coltivazione interna di cereali e foraggi, l’azienda ha raggiunto la totale autosufficienza ed è modello di sostenibilità d’impresa.La tenuta di Maccarese dispone di uno dei maggiori allevamenti a livello nazionale di vacche da lattee produce 55.000 litri di latte al giorno di Alta qualità.Dopo i lavori di riqualificazione del Borgo, ad opera della Maccarese S.p.A, è stato recentemente inaugurato al pubblico il centro storico riqualificato: Il Castello San Giorgio, l’Archivio Storico, il giardino, la chiesa, il cui impianto risale al XVII secolo, la Piazzetta con le sue botteghe, diventato ora polo gastronomico. 

 

WWF

La Missione del WWF Internazionale è costruire un futuro in cui l'umanità possa vivere in armonia con la natura.Il WWF ITALIA è un'organizzazione che, con l'aiuto dei cittadini e il coinvolgimento delle imprese e delle istituzioni, contribuisce incisivamente a conservare i sistemi naturali in Italia e nel mondo.Opera per avviare processi di cambiamento che conducano a un vivere sostenibile.Agisce con metodi innovativi capaci di aggregare le migliori risorse culturali, sociali, economiche.Dalla sua nascita il Sistema Oasi del WWF Italia è cresciuto fino a comprendere 100 aree protette, che tutelano oltre 30.000 ettari di ambienti ad alto valore naturalistico, inclusi numerosi habitat e specie di interesse comunitario.Le Oasi WWF non solo rappresentano un importante contributo alla conservazione della natura italiana, ma sono anche modelli di gestione di aree protette, laboratori all’aperto dove si fa ricerca, aree di sensibilizzazione del pubblico con attività di educazione ambientale.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password