Lo stile di Alessandro Marro

Alessandro Marro, imprenditore del mondo della Moda, spazia tra ristoranti, moda e universo deluxe

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 21/05/2021 in Costume e società
Condividi su:

E’ una storia tutta italiana da raccontare quella di Alessandro Marro, imprenditore del mondo della Moda, creatore di un brand di accessori luxury style.

 

“Si va avanti, aspettando il turismo straniero”-dice Marro-“con i vaccini si sente nell’aria voglia di ripartire, anche il brand ha risposto bene comunque anche durante il lockdown, grazie ai social e alla comunicazione fatta sul brand. Sono fiducioso nel futuro, aspetto i risvolti pratici. La boutique di Milano in pieno centro, Feru, ha un’ottima visibilità e propone tutta la collezione, a breve, poi, saremo in alcuni hotel di lusso a Porto Cervo e stiamo pensando a un corner a Milano e in Puglia in una masseria sempre legata al mondo del lusso”.

 

Quali accessori saranno di tendenza quest’estate?

 

“Sicuramente la pochette, bella e anche pratica per ogni giorno, sapiente mix di stile e comodità anche nella forma e modello, versatile e di tendenza nei colori bianco e azzurro, gettonatissimi”.

 

Cosa non dovrà mancare nella valigia del gentleman in vacanza?

“Oltre al green pass, il porta passaporto in cocco, o vitello , ma anche altri accessori di piccola pelletteria, come il porta carte, dettagli che non devono mancare al manager moderno”.

 

Cosa ruberà la donna nella valigia del proprio uomo?

“Le donne non si fanno problemi a usare la pochette, è un prodotto unisex, ma anche la travel bag; insomma, c’è voglia di viaggiare!”

 

Quali sono i progetti futuri?

“Per ora restiamo concentrati sull’estate, pianificheremo alcuni eventi e nuove partnership. Il lifestyle delle presentazioni moda è cambiato, i brand si sono organizzati digitalmente, per pochi resterà anche il contatto fisico sicuramente, ma le presentazioni on line, che inizialmente ci hanno un po’ destabilizzato, sono e saranno grandi opportunità per amplificare i canali di vendita”

 

Cosa hai portato da Dubai come novità creativa?

“E’ una città che mi dà sempre nuovi spunti, è come tornare da un corso di formazione a 3 metri dal cielo. Sono tornato con una grande voglia di creare, e tanti spunti. Lì ho avuto anche la certezza che la pochette realmente può avere un grandissimo successo, ho interagito come sempre con un pubblico internazionale che impazzisce per quel prodotto”.

 

Sei anche un imprenditore della ristorazione; come hai reagito alla crisi del settore?

“Ho due ristoranti, Marro Garden e Ristorante Marro; nella mia visione da imprenditore e manager, applico le mie regole. E’ un concept a 360 gradi. La ristorazione è cambiata, anche a tavola bisogna proporre international food, senza limiti. A breve aprirò un altro ristorante in centro a Milano e poi mi espandero’ anche all’estero!”

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password