Ludovica Mazzoni: la felsinea freschezza dell’eleganza

Grande successo alla settimana della moda milanese per il brand bolognese

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 17/10/2019 in Costume e società da Gian Giacomo William Faillace
Condividi su:
Gian Giacomo William Faillace
Models: Afef Dahi, Maddalena Meda

Cresciuta nella sartoria materna, dove ha imparato l’arte della moda, la designer bolognese ha costituito il suo brand nel 2017, quando, dopo aver “respirato” l’atmosfera della costruzione degli abiti e consapevole che quella sarebbe stata la sua strada per il futuro, ha creato l’omonimo marchio. Ludovica Mazzoni adora i tessuti ed è grazie ad essi, con le loro fantasie e colori, che la stilista trae ispirazione per le sue collezioni, oltre alle sensazioni, ed alle emozioni quotidiane. La sua prima collezione ritraeva una donna dolce e floreale: top, gonne dai colori pastello, righe e lino dai toni tenui ed abiti lunghi in pizzo e cotone creavano un piacevole contrasto con accessori e gilet di etnica ispirazione, accostati talvolta a kimono a frange, davano vita ad una sorta di dialogo artistico che univa l’Oriente e Frida Kalo. La collezione primavera-estate 2020 del brand felsineo si ispira al “safari”: presentata a Milano durante all’International Fashion Expo, evento tenutosi a presso lo showroom Shopping Diva’s di Via Monte Napoleone, Ludovica Mazzoni ha colpito il pubblico con abiti che, dai colori caldi e tenui del deserto vengono stravolti con fantasie shock a base floreale per gli abiti lunghi, con ampie balze ed accessori in juta accostati a gilet in ecopelle con ampie frange. Ludovica Mazzoni si distingue per unicità, creando capi in edizione limitata, facendo la differenza e facendo sentire ogni donna che indossa i suoi abiti, “unica”.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password